Back

Zelensky accelera: scioglierà il Parlamento ucraino

Il presidente eletto dell’Ucraina, Volodymir Zelensky, che è entrato in carica ufficialmente lunedì 20 maggio ha dichiarato di voler sciogliere il parlamento.

Durante la cerimonia del giuramento al parlamento ucraino di Kiev, il nuovo presidente ha ascoltato un coro tradizionale e poi si è rivolto a parlamentari e dignitari con il suo primo discorso presidenziale.

La clamorosa decisione è stata annunciata alla fine del discorso d’inaugurazione di Zelenskiy, che ha voluto allineare l’Ucraina all’Europa come “nostro sogno comune” e ha invitato gli ucraini emigrati a rientrare a casa affinché la loro “conoscenza, esperienza e i loro valori mentali” possano aiutare il paese a svilupparsi.

Zelenskiy può sciogliere il parlamento?

Il Presidente in Ucraina ha il potere di sciogliere il parlamento a condizione che abbia un motivo legale. Allo stato attuale, non ci sono gruppi parlamentari che sostengono Zelenskiy, ma il suo partito è al suo apice di popolarità pubblica. Una volta che il presidente avrà firmato l’ordine ufficiale di sciogliere il parlamento, le sue ragioni legali per farlo saranno rese pubbliche, ma dal momento che non esiste una coalizione in grado di formare un governo, il Presidente può sciogliere l’assemblea parlamentare.

Ciò vorrà dire che quest’estate in Ucraina si terranno elezioni anticipate.  Dato che non esiste una coalizione, il presidente ha il diritto di sciogliere il parlamento.

Zelenskiy si è anche impegnato a garantire la pace a Donbas.

“La fine dei combattimenti nella regione del Donbas – ha detto il presidente –  è il nostro primo incarico”. Per realizzare la pace, Zelenskiy ha annunciato di essere pronto a “perdere la mia popolarità e il mio posto”. “La storia è ingiusta” osserva il presidente “è vero, non abbiamo iniziato questa guerra, ma tocca a noi finirla”.

Il prossimo piano del presidente per l’Ucraina è quello di recuperare i “territori perduti” e far tornare i prigionieri ucraini nel loro paese. “Sia la Crimea che Donbas” ha annunciato Zelenskiy “è la nostra terra ucraina.”

Le promesse elettorali di Zelenskiy sono state ritenute ambiziose dagli elettori. Tra le altre questioni, ha promesso di affrontare la povertà in Ucraina, che attualmente è una delle nazioni più povere d’Europa. Zelenskiy ha anche promesso di cambiare la dinamica tra l’Ucraina e la vicina Russia, che ha dichiarato “Stato aggressore”.

I critici hanno tuttavia commentato la presunta vaghezza del presidente nel combattere tali questioni. Questa vaghezza, riferisce Reuters, si basava sulla sua reputazione di onesto “uomo qualunque”, coltivata dal suo ruolo televisivo. La decisione di sciogliere il parlamento può essere considerata da molti come un’azione iniziale per realizzare gli ambiziosi piani di riforma promessi nella campagna elettorale di Zelenskiy.

Le aspettative per il mandato di questo presidente sono alte. Il 39% degli ucraini si aspetta che Zelenskiy riduca le bollette del riscaldamento entro i primi 100 giorni del suo mandato. Il 35% si aspetta che mantenga la sua promessa elettorale di affrontare la corruzione privando i legislatori della loro immunità dall’accusa.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup