Back

Yemen, il miraggio della pace per un futuro sostenibile

Un flagello senza fine. Costato finora la vita a quasi 7mila civili con oltre 10mila persone ferite, secondo i dati forniti dalle Nazioni Unite. A novembre 2018, infatti, il numero di persone uccise era di 6.872. Non solo. Su una popolazione di circa 27 milioni presente nel Paese prima della guerra iniziata nel marzo 2015, almeno 7,6 milioni (quasi un quarto) ha problemi di nutrizione: di questi oltre 2 milioni sono in condizioni di totale malnutrizione, tra cui 320mila bambini.

E ancora: metà degli yemeniti, 14 milioni di persone, sono poi considerate a rischio per la fame e gravi epidemie, come quelle di colera. Insomma, un quadro devastato che presenta anche oltre 2 milioni di sfollati, conteggiati nel rapporto diffuso nel marzo 2018 dall’UNHCR, e la stima di circa 3 milioni di donne a rischio di violenze dall’inizio del 2018.

Cosa succede in Yemen

Lo Yemen è stato uno dei Paesi protagonisti, seppure con una minore visibilità, della Primavera araba. Le opposizioni, supportate dalla popolazione, hanno abbattuto il regime del presidente Saleh nel 2012, dopo un potere gestito per 22 anni. Da allora, tuttavia, il processo di pacificazione non è mai davvero partito tra i sunniti guidati dal presidente Hadi e sostenuti dall’Arabia Saudita, e gli sciiti degli Houthi già grandi oppositori di Saleh e molto radicati al nord del Paese, supportati dalla Repubblica Islamica dell’Iran.

Da allora le due parti in campo si sono scontrate e la coalizione guidata dai sauditi ha duramente bombardato le zone conquistate dalla fazione sciita, compresa la capitale yemenita Sana’a. A fine dicembre 2018, in Svezia, è stato siglato l’accordo di Stoccolma, una fragile tregua che ha almeno scongiurato l’ennesima mattanza nella città portuale di Hodeida, favorendo una iniziale demilitarizzazione, fondamentale per far giungere nel porto gli aiuti, come previsto dal documento sottoscritto in Svezia.

Yemen, pace e futuro sostenibile

Il primo obiettivo indicato dall’Onu, che sta vigilando sul rispetto della tregua a Hodeida, è quello di portare a un reale processo di pace. Ma è necessario programmare anche un futuro sostenibile per un Paese già povero prima della guerra civile, che dal 2015 ha devastato quel che c’era: addirittura il sistema fognario è precipitato al di sotto di qualsiasi standard accettabile, creando un gigantesca emergenza igienico-sanitarie. Sul territorio, tuttavia, sono attivi alcuni progetti per favorire un ritorno alla normalità e spingere a uno sviluppo sostenibile il Paese, mettendolo in linea con gli standard fissati dalle Nazioni Unite.

L’International Youth Council-Yemen (IYCY) è un’organizzazione non governativa che sta lavorando su vari programmi e quindi si muove lungo questo asse. Tareq Assan, presidente dell’IYCY, ha evidenziato la necessità di “responsabilizzare ed educare i giovani sugli obiettivi di sviluppo sostenibile che mirano a costruire le competenze utili a lavorare e pensare a qualsiasi progetto sostenibile nello Yemen”. “Personalmente – ha spiegato Assan – ho formato una cinquantina di giovani yemeniti e osservo ora il il loro fantastico modo di pensare, specialmente nella pianificazione di progetti sostenibili, come un un progetto chiamato ‘investi la tua spazzatura’ per il riciclo dei rifiuti. C’è il progetto ‘tutto uguale’, che sensibilizza la comunità sul principio dell’uguaglianza, che non c’è nessuno migliore dell’altro. Il terzo esempio è stato un edificio (Green House), che vuole insegnare al Green Building”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup