Back

Voto in Danimarca: vince la sinistra colorata di verde

Voto in Danimarca. Trionfo dei socialdemocratici che hanno puntato su clima e welfare. Ma anche su una linea dura riguardo all’immigrazione. Tonfo invece per i sovranisti anti-immigrati, che dimezzano i voti.

Come è andato il voto in Danimarca

I socialdemocratici, guidati dalla 41enne Mette Frederiksen (nella foto), hanno stracciato i liberi-conservatori del premier uscente Lars Løkke Rasmussen. Con oltre il 25% dei consensi ottengono 90 seggi su 179, ossia la maggioranza assoluta. Bene anche i Verdi del Partito socialista progressista, che raddoppiano i voti passando dal 4 all’8%. Male invece i liberali-conservatori al governo, che si attestano a 5 punti percentuali sotto i socialdemocratici, trascinati giù dalla debacle degli xenofobi sovranisti del Dansk Folkeparti, che dimezzano i voti passando dal 21 al 10%.

Il senso di queste elezioni

Una vittoria colma di risvolti politici, alcuni decisamente inaspettati, che possono rappresentare un’indicazione per il resto del continente. In primo luogo la conferma dell’onda verde che sta conquistando l’Europa. Poi l’affermazione di un’inedita sinistra che propone politiche restrittive sull’immigrazione. Infine, il pragmatismo della vincitrice Mette Frederiksen, che afferma di voler governare da sola, chiedendo i voti ai liberali sulle politiche migratorie e ai Verdi sulle politiche ambientaliste. Praticamente una politica “dei due forni” di italica memoria, disprezzata dai puristi di ogni parte e di ogni epoca, ma sempre funzionale.

L’inarrestabile onda verde “travolge” anche la Danimarca.

Mette Frederiksen ha ribadito la sua vicinanza al mondo verde e agli altri satelliti della sinistra, parlando da subito di “vittoria condivisa”. A ribadire questa posizione, l’immediato rifiuto di formare una coalizione di larghe intese con i liberali, tardivamente intenzionati a liberarsi dalla “cattiva” compagnia degli xenofobi anti Europa. I socialdemocratici non vogliono quindi tradire la loro carta vincente, ossia l’aver intercettato il bisogno di protezione sociale e la crescente attenzione alle tematiche del cambiamento climatico. Dunque, più welfare e un maggior impulso a politiche che attenuino l’impatto ambientale dell’attività umana.

L’inedito e “vincente” rigore di sinistra sull’immigrazione

Per i socialdemocratici danesi, l’altra faccia della risposta al bisogno di protezione sociale passa per una stretta sulle politiche migratorie. Secondo la Frederiksen, le principali vittime della globalizzazione e dell’immigrazione incontrollata sono le classi più povere. Per drenare voti alle formazioni di estrema destra xenofobe e antieuropeiste bisogna dare risposte pragmatiche e non ideologiche soprattutto su queste tematiche. Il voto le ha dato pienamente ragione. Trattasi di un dato estremamente rilevante, che non potrà non provocare nel resto del continente profonde e laceranti riflessioni nelle formazioni di sinistra e soprattutto di centrosinistra. E proprio su questo tema spicca il pragmatismo di Mette Frederiksen, che afferma di voler “collaborare con chiunque mostri uno spirito costruttivo”, ma a partire da un governo di minoranza che vada di volta in volta in cerca dei voti necessari dove questi ci sono. Tradotto (come abbiamo già detto): dai liberali sulle politiche migratorie, dai Verdi e dagli altri di sinistra su politiche ambientali e welfare. Insomma: politica dei due forni in salsa danese.

Mauro Pasquini

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup