Back

Vicopisano, antico crocevia magnificato da Brunelleschi

Vicopisano. Un antico borgo medioevale, terreno di scontro tra Pisa e Firenze, toccato dal genio di Filippo Brunelleschi. Scopritelo con noi!

 Storia di un antico borgo conteso

Il borgo di Vicopisano si trova all’incrocio delle antiche vie commerciali, tra cui la via Francigena, che connettevano i tre grandi centri toscani di Pisa, Lucca e Firenze. Adiacente al fiume Arno, questo antichissimo borgo è stato innumerevoli volte teatro di feroci scontri tra le città sovracitate. Vi si arriva lungo mediante la strada che collega Calcinaia con Pisa, la vicarese. Dietro una piana alluvionale appare il borgo di Vicopisano. Il visitatore potrà ammirare sullo sfondo il Monte Pisano.

Il genio di Brunelleschi all’opera a Vicopisano

Il suo secolare passato di campo di battaglia salta subito agli occhi. Tra il rosso delle tegole delle abitazioni, con i suoi 31 metri di altezza, si staglia imponente la Rocca del Brunelleschi o Torre del Mastio. Si tratta di una struttura difensiva fortificata dal grandissimo Filippo Brunelleschi.

Nel 1404, alla fine di un duro scontro tra Pisa e Firenze, quest’ultima ebbe la meglio, strappando il borgo alla rivale. Nel 1440 fu affidato a Brunelleschi il progetto di erigere la Rocca nuova e potenziò il giro murario. Si trattò di opere che conferirono al borgo nuovo prestigio, tanto da essere scelto poco più tardi come sede del Vicariato del Valdarno Inferiore.

Un viaggio nel medioevo

L’apogeo di Vicopisano è stato in pieno medioevo. Lo si avverte anche semplicemente passeggiando per il borgo. Il fascino raccolto e ombroso delle strade strette, la bellezza cupa degli antichi edifici. Gli scorci caratteristici, tra scalette e scorciatoie.

Il tutto intercalato da ben dodici torri. Il visitatore fa un vero e proprio viaggio nel tempo, sospeso in una dimensione onirica supportata però dalla massiccia potenza delle mura in pietra, che conferiscono magia e al contempo solidità.

L’instancabile opera del FAI (Fondo Ambiente Italiano)

Per la nona edizione dei Luoghi del cuore, il FAI (Fondo Ambiente Italiano), ha destinato 55mila euro al recupero del borgo di Vicopisano. Serviranno all’acquisto di un mezzo forestale per la manutenzione di percorsi e strade tagliafuoco nell’ampia area naturale.

Molti sono i borghi che hanno beneficiato di questa iniziativa del FAI. In questa edizione sono stati segnalati in tutto 37.200 siti, coinvolti 6.412 comuni, e raccolti in tutto 500mila euro.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup