Back

Via degli Dei, un cammino dalla Latinità al Rinascimento

Via degli Dei. Un’antica strada militare romana che connette Bologna a Firenze. Un viaggio nel tempo nella meravigliosa storia dell’Occidente.

La Via degli Dei: 1700 anni di storia in 130 chilometri

Impakter Italia si è più volte occupato di cammini e percorsi di cui è costellata la nostra penisola. Questa volta vi parliamo di un’esperienza davvero speciale. Tornare indietro di più di duemila anni. Immergersi nella bellezza dell’Appennino tosco-romagnolo, viaggiando dentro la storia dell’Occidente, partendo dalle sue origini. Stiamo parlando della Via degli Dei. Un percorso di circa 130 chilometri che inizia a Bologna da Piazza Maggiore e si termina a Firenze in Piazza della Signoria. Sei giorni di cammino lungo la Flaminia minor, una strada militare romana la cui costruzione è attribuita da Tito Livio al console Caio Flaminio nel 187 a.C. Lo scopo era spostare agevolmente le legioni da Bonomia (l’antico nome di Bologna) fino ad Arretium (Arezzo).

Un po’ di storia

Nel primo quarto del secondo a.C. la Repubblica romana ha ormai esteso il suo dominio a tutta l’Italia del nord, fecendone una propria provincia, denominata Gallia Cisalpina. I Romani erano soliti connettere le terre conquistate con il territorio della Repubblica mediante la costruzione di strade che avevano inizialmente lo scopo di mobilitare velocemente gli eserciti. A questa strategia si deve la creazione di una fitta trama di strade in Italia, in Europa e nel Medio Oriente superata per estensione e capillarità solo in epoca contemporanea. Secondo la tradizione anche la Flaminia minor nasce con questo intento.

Gallia Cisalpina

Tuttavia sull’argomento e sulla stessa esistenza della Flaminia minor gran parte degli archeologi hanno molte riserve. Questi ritengono che si trattasse di una via ad uso per lo più locale e non di una strada consolare al pari della Cassia, dell’Appia o dell’Aurelia. Quello che è sicuro è che ancora oggi lunghi tratti del ciottolato dell’epoca sono rimasti in buone condizioni. Molti secoli più tardi, in epoca medievale, sarà percorsa dai pellegrini in alternativa al tratto adiacente della via Francigena.

Un viaggio nel tempo: da Roma Antica alla Firenze rinascimentale

Percorrendo la via Flaminia minor il viaggiatore si imbatte in monti aventi i nomi di dei, da cui il nome del percorso.

Monte Adone

Per lunghi tratti il percorso è avvolto dal silenzio assoluto del manto boschivo. Incontrerà le rovine di anfiteatri, cimiteri, e altre testimonianze della civiltà latina.

E poi, come viaggio nel tempo, pievi, conventi,, abbazie. Dalla latinità al medioevo lungo lo stesso tragitto. Infine, come risalendo la storia, il viaggiatore si imbatterà nella bellezza inarrivabile del Rinascimento, finendo il suo itinerario laddove il Rinascimento è stato partorito, Firenze.

Foto: Mongolo 1984

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup