Back

Uruguay: città a misura di cambiamenti climatici

Uruguay: città a misura di cambiamento climatico. E quindi pensate per tutelare i centri urbani, garantendo l’integrità delle infrastrutture e degli ambienti. Il tutto a favore degli abitanti. Del resto molte esperienze puntano a rendere più verdi le città, trasformandole in modelli di “resistenza” al consumo del suolo. Un progetto imponente e ambizioso, quello del piano di adattamento nazionale (Nap), sta vedendo l’Uruguay come apripista.

La nascita delle Nap-Cities, come sono state definite, rappresenta un passo in avanti fondamentale per quanto riguarda la collaborazione tra i governi centrali e quelli locali nelle politiche urbane. L’obiettivo si concentra sugli Sdgs delle Nazioni Unite, in particolare su quella della sostenibilità per le città e dell’azione sul clima. L’iniziativa è stata portata avanti dal Ministero della casa, della gestione del territorio e dell’ambiente, finanziata dal Green Climate Fund e attuata dal dipartimento uruguayano dell’Undp (il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo dell’Onu).

Cambiamenti climatici in Uruguay

“L’Uruguay è vulnerabile ai cambiamenti climatici. La sua costa è lunga più di 680 chilometri e circa il 70% della popolazione vive nelle sue vicinanze. E la maggior parte del paese – il 93% – vive nelle aree urbane”, spiega Magdalena Preve, di Undp Uruguay, in un intervento. “Negli ultimi dieci anni – aggiunge Preve – il Paese ha dovuto affrontare molte inondazioni e siccità più frequenti e intense rispetto agli anni precedenti. Nel 2015, 20mila persone sono state sfollate dalle regioni di Salto, Paysandú e Artigas per delle tempeste che hanno causato danni diffusi e perdite economiche. Anche quell’anno, un prolungato periodo di siccità ha causato perdite significative nel settore agricolo, che, insieme al turismo, costituisce una parte significativa dell’economia uruguaiana”.

Come funzionano le Nap-Cities

I 17 obiettivi fissati dall’Onu

Il progetto delle Nap-Cities ha definito 25 indicatori in cinque dimensioni per avere un quadro quanto più scientifico possibile. Spazi e verde pubblico; infrastrutture ed edifici; sistemi sociali; governance e reattività; e istruzione, conoscenza e informazione sono i cinque elementi che identificheranno le città con la maggiore esposizione ai rischi climatici. Questi indicatori collegano le NAP-Cities con il PNCC (politica nazionale sui cambiamenti climatici), il NDC (contributo nazionale determinato), il Framework Sendai per la riduzione dei rischi di catastrofi e l‘Agenda 2030.

Questi indicatori possono fungere da esperimento pilota per ogni città, essendo riadattabili: l’intento è proprio quello di renderli universali e portarli al di fuori dei confini di Montevideo (nella foto di copertina) e dintorni. “Alcuni strumenti – conclude Preve – sono stati identificati per migliorare il finanziamento del clima in questo settore: l’adattamento negli indicatori della legge sulla promozione degli investimenti dell’Uruguay; lo sviluppo di linee di credito verdi da parte delle banche locali; e la promozione di un fondo di ricerca sull’adattamento e la mitigazione dei cambiamenti climatici per migliorare, tra le altre cose, le sfide tecnologiche e l’innovazione dell’industria urbana”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup