Back

Cosa farà la nuova Commissione Europea

Ursula Von Der Leyenn e la nuova Commissione. Ecco le sfide, le novità e le proposte politiche della nuova squadra alla guida dell’Europa.

La carriera e l’ascesa di Ursula Von Der Leyenn

È entrata nella scena politica nei primi anni 2000. Ha ottenuto il suo primo incarico nel gabinetto federale tedesco come Ministro degli affari e della gioventù nel 2005, una posizione che ha ricoperto fino al 2009. Scalando lentamente le fila del partito di centro-destra tedesco, il CDU, è stata poi eletta membro del consiglio direttivo nel 2014. Il forte sostegno dei conservatori, assieme a quello di socialisti e liberali, convinti dalla sua visione per una nuova Unione Europea, l’ha resa una candidata forte per la presidenza.

All’inizio di luglio 2019 è stata proposta dal Consiglio europeo come candidato per la presidenza della Commissione. Il 16 luglio ha il Parlamento europeo ha ratificato la nomina con 383 voti favorevoli, 327 contrari, 22 astensioni e una scheda nulla.

Le sfide e le novità della nuova presidenza

Il programma politico del nuovo Presidente della Commissione europea,Ursula Von Der Leyenn, è denso di sfide epocali e di importanti novità. Vuole rendere l’Europa il primo continente neutrale dal punto di vista climatico nei prossimi tre decenni. Ha promesso di difendere lo stato di diritto, affermando di voler rendere più efficiente le politiche migratorie, con particolare riferimento agli aspetti giuridici. Il più grande cambiamento, e anche la più grande sfida del nuovo Presidente, sarà quello di aiutare il parlamento dell’UE a proporre una nuova legislazione. Si tratta di un privilegio che fino ad ora è stato riservato alla sola Commissione. Ma ci sono altri due elementi di novità nella nuova presidenza. Con l’elezione di Von Der Leyenn, infatti, torna un presidente tedesco alla guida della Commissione dopo ben 62 anni, ossia dalla presidenza di Walter Hallstein (1958-1967), che fu il il primo presidente di questa cruciale istituzione comunitaria. Ma soprattutto Ursula Von Der Leyenn sarà la prima donna in assoluto ad assumere questa carica.

Von Der Leyen sostiene anche la ratifica dell’accordo di libero scambio tra Unione europea e Mercosur, quasi ultimato, che costituisce una delle aree di libero scambio più grandi del mondo. L’accordo collega i due mercati comuni di Europa e Sud America. Tuttavia, sono state espresse paure in quanto l’accordo potrebbe comportare un aumento della deforestazione a causa dell’espansione dei mercati sudamericani.

La nuova squadra alla guida dell’Europa

Martedì Von Der Leyen ha ufficializzato la sua lista dei nuovi commissari. Ha puntato su una nuova classe dirigente che sarà la “custode del multilateralismo”. Tra loro ci sono il danese Margrethe Vestager e l’olandese Frans Timmermans e l’italiano Paolo Gentiloni. Margrethe Vestager si è resa protagonista nel 2016 con il suo fascicolo sulla concorrenza.

Margrethe Vestager

A seguito di un’indagine durata due anni, Apple è stata accusata di aver ricevuto benefici fiscali illegali dall’Irlanda. Il colosso mondiale dell’informatica si è visto comminare una multa di 13 miliardi di euro: la più grande sanzione fiscale della storia. Una mossa che ha ricevuto critiche dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump, che ha dichiarato: “odia gli Stati Uniti”.

Frans Timmermans, in qualità di primo vicepresidente esecutivo della Commissione europea, sarà responsabile del New Deal verde. L’accordo prevede di aumentare l’obiettivo del 2030 di ridurre le emissioni dal 40% ad almeno il 50%. Nella sua lettera di incarico a Timmermans, Von Der Leyen indica l’obiettivo di proporre la “prima legge europea sul clima” nei primi 100 giorni di insediamento della nuova Commissione. Per fare ciò, l’olandese deve fare affidamento sul sostegno unanime degli Stati membri, un compito che è stato dimostrato in passato in modo duro a causa delle obiezioni di Estonia, Repubblica ceca, Ungheria e Polonia.

Mauro Pasquini

Articolo e immagini tratti da Impakter.com

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup