Back
Urbisaglia

Urbisaglia: fondata dai Romani, citata da Dante

Urbisaglia è un grazioso centro medievale del maceratese, situato a circa 13 chilometri a sud ovest del capoluogo marchigiano. Si trova a 310 m sul livello del mare e conta appena 2263 abitanti. L’abitato forma una stretta striscia di edifici che si raccolgono intorno alla strada provinciale 129. L’incantevole paesaggio collinare che la circonda e la presenza di bellissimi edifici storici rendono Urbisaglia un luogo perfetto per chi ama praticare un turismo lento e di prossimità. Ma il suo pezzo forte è certamente il sito archeologico romano.

Le antiche origini di Urbisaglia

Infatti, se il centro abitato attuale si è sviluppato in epoca medievale, l’insediamento romano risale al I secolo a.C. Il suo nome era Urbs Salvia, da cui il nome odierno di Urbisaglia; il nome deriverebbe dal culto della dea Salus, legata a pratiche terapeutiche e alla presenza nel luogo di acque sorgive dotate di virtù medicamentose. Nel parco archeologico è possibile visitare le rovine di un anfiteatro romano. che fu costruito sotto l’imperatore Tito. Sono inoltre presenti le mura di fortificazione, un tempio e le rovine di un teatro greco. Poco distante c’è un museo archeologico che mostra i reperti trovati sul sito.

Il borgo medievale

Il bellissimo borgo medievale è costruito in muratura. Vi si respira un’atmosfera raccolta e pacifica. Molto intriganti le caratteristiche stradine adornate da antichi edifici, palazzi e chiese tutti ben curati. Le antiche porte della città sono ancora integre. Il centro storico è ancorato all’imponente castello, munito di contrafforti e torri tondeggianti. Uno spettacolo particolarmente suggestivo è quando di notte quando viene illuminato. Il Parco e l’Abbazia, appena fuori il centro abitato, sono altre due tappe obbligate per il turista amante dell’architettura antica.

L’Abbazia di Chiaravalle della Fiastra è un’imponente chiesa romanica. Venne eretta dai monaci cistercensi e ultimata a quanto sembra nel 1142. È possibile visitare un’altra magnifica chiesa, dedicata a San Rocco e San Sebastiano. Questa fu costruita tre secoli più tardi, nel 1429. Vi si trovano degli stupendi affreschi, molto ben conservati. Oltre alle bellezze opera dell’Uomo, a Urbisaglia sovrabbonda lo spettacolo della natura. L’antico borgo è infatti immersa in una riserva naturale con un’estesa zona agricola, un fiume e boschi che si possono visitare lungo i percorsi naturalistici.

Urbisaglia nel paradiso dantesco

Infine, una autentica chicca letteraria, che proietta a pieno titolo Urbisaglia nell’immortalità. Il piccolo centro marchigiano viene infatti citato nientemeno che da Dante Alighieri nel suo massimo capolavoro: la Divina Commedia. Esattamente nel sedicesimo canto del Paradiso, dove il Sommo parla della devastazione dell’allora centro romano, in seguito al passaggio di Alarico:

“Se tu riguardi Luni e Urbisaglia

come sono ite, e come se ne vanno

di retro ad esse Chiusi e Sinigaglia,

udir come le schiatte si disfanno

non ti parrà nova cosa né forte,

poscia che le cittadi termine hanno”.

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup