Back

Uno spettacolo teatrale può essere sostenibile?

Alice Boyd è una ragazza inglese di ventitré anni che sta rivoluzionando l’industria dello spettacolo con la sua iniziativa unica nel suo genere, Staging Change.

Perché anche l’industria dello spettacolo teatrale – alla quale la Boyd si rivolge –  può essere molto inquinante: enormi quantità di energia utilizzata per l’illuminazione e il suono, gli sprechi nei reparti dei costumi e nei volantini di carta. Anche tutto questo genera una forte impronta di carbonio. Uno studio realizzato a Londra undici anni fa rivelò che l’impronta di carbonio dell’industria teatrale ammontava a 50.000 tonnellate all’anno.

Uno spettacolo teatrale può essere sostenibile? Un teatro classico

L’attrice, sound designer e attivista ambientale Alice Boyd ha notato una lacuna nel mercato. “Come sound designer, mi ritroverei a pensare: “Posso parlare del cambiamento climatico mentre uso l’energia per produrre suono?”, dice, sottolineando il senso di ipocrisia.

Nel febbraio 2019, ha deciso di prendere in mano la situazione. Staging Change è una rete di artisti, luoghi e spettacoli teatrali che rispondono insieme alla crisi climatica per il settore che li riguarda. Dopo aver gestito l’organizzazione da sola dal suo lancio nel febbraio 2019, Alice ora lavora con l’amica e compagna di recite Josie Dale-Jones e ha a “reclutato” oltre 200 locali e artisti.

Funge da rete, ma è anche un pool di risorse, che fornisce consigli per una produzione teatrale più ecologica. Lavorano con i locali per convincerli a passare a fornitori di energia rinnovabile, propongono di registrare e condividere le loro impronte di carbonio e si assicurano che siano in funzione efficaci cestini per il riciclaggio.

Quando le persone si iscrivono, abbiamo un manifesto da far firmare loro, che parla di viaggi, sprechi e di come ispirare il pubblico a essere più verde“.

Al momento il problema più comune è quello dei viaggi. “I gruppi teatrali dicono: “Quest’anno andiamo in tournée internazionale, quindi immagino che non potremo partecipare a causa di questo“. In risposta, Stagingchange ha adattato il manifesto per renderlo più flessibile, in modo da non alienare le persone e da non farle sentire come se stessero predicando.

Alice chiede alle sedi di aderire a tre obiettivi specifici. 1) Riconoscere la necessità di un’azione urgente e collaborativa sul cambiamento climatico, 2) impegnarsi a lavorare per la sostenibilità ambientale nella pratica e 3) celebrare i passi che compiono e incoraggiare gli altri sul campo a fare lo stesso.

Dopo aver studiato geografia all’Università di Oxford, Alice ha incentrato la sua tesi di laurea sulla “Sostenibilità ambientale all’Edinburgh Fringe Festival“, il più grande festival artistico del mondo. Non sapeva che questo sarebbe diventato il suo primo terreno di battaglia per mettere in scena il cambiamento.

Negli ultimi anni sono stata in tournée all’Edinburgh Fringe e ho sentito che c’era spazio per una campagna guidata da un performer. È da lì che è iniziato tutto“.

Uno spettacolo teatrale può essere sostenibile? Alice Boyd (al centro)

Lentamente, ha iniziato a mettere in atto le basi per mettere in scena il cambiamento lavorando con gli spettacoli del festival. In primo luogo, ha lanciato una campagna digitale #sustainablefringe nel 2018, per cercare di convincere i locali a ridurre sostanzialmente i loro sprechi. “Lo spreco è stato un buon punto di partenza, perché è la cosa più visibile che la gente può cambiare“.

Questo si è presto evoluto in pannelli e workshop intorno al design sostenibile e ha aiutato a organizzare negozi di scambio per costumi e scenografie. Il suo primo panel ha visto la partecipazione di un manager teatrale, due artisti, un comico del clima e un economista ambientale e un critico teatrale del Guardian.

“Mentre eravamo a Edimburgo, abbiamo deciso di collaborare con il Vaults Theatre di Londra, per premiare lo spettacolo che si è impegnato al massimo per affrontare il cambiamento climatico in modo significativo ed abbiamo creato lo Staging Change Award”. Nel 2019 il primo spettacolo che ha ricevuto il premio è stato “How to Build a Rock”, una commedia neutra dal punto di vista del carbonio su come avere ancora speranza.

Uno spettacolo teatrale può essere sostenibile? La locandina dello spettacolo premiato con lo Staging Change Award

La compagnia di eco-teatro Pigfoot ha alimentato lo spettacolo utilizzando solo una bicicletta. Durante tutta la produzione, varie persone si arrampicavano sulla bicicletta, scambiandosi per dare una pausa agli altri, che a sua volta alimentava tutte le luci.

Alice parla molto bene delle organizzazioni no-profit Julie’s Bicycle e Creative Carbon Scotland, che, a suo dire, l’hanno ispirata. Entrambe mettono l’ambiente al centro della pianificazione della produzione e aiutano le band, le orchestre e gli attori a girare in modo sostenibile. Cita anche una “eco-critica”, Julie Hudson, il cui libro “The Environment on Stage” l’ha davvero incoraggiata a sviluppare e far crescere Staging Change fin dall’inizio.

La Boyd ha in programma di lavorare con i più rinomati teatri londinesi e di diffondere il suo messaggio in lungo e in largo. “Dobbiamo lavorare insieme. Costruire una rete tra artisti, produttori e luoghi di spettacolo è l’unico modo per riformare radicalmente il settore“.

 

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup