Back

Un altro allarme da Covid: la rinascita del trasporto privato

La rinascita del trasporto privato rispetto a quello collettivo è un’altra delle conseguenze che la pandemia sembra lasciare in eredità per il momento, al nostro Paese. La preoccupazione è scritta a chiare lettere nel documento :”Osservatorio sulle tendenze di mobilità durante l’emergenza sanitaria del Covid-19” prodotto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti all’inizio di questa settimana.

Il ministero nelle conclusioni del rapporto,  esprime chiaramente i timori che “i nuovi trend in essere, come la predilezione per gli spostamenti con il mezzo privato anziché con quelli collettivi, possano divenire strutturali. Una possibilità a cui il Mit guarda con apprensione,  trattandosi di pericolosa e non sostenibile diversione dalle modalità di trasporto collettive a quelle individuali”.

Covid e trasporti

Un altro allarme da Covid: la rinascita del trasporto privato – CC0, public domain, royalty free

La sintesi del rapporto

Il periodo preso in esame dalla Struttura Tecnica di Missione del Ministero, è quello che va da marzo a luglio del 2020 cioè dall’inizio del lockdown totale al periodo nel quale le vacanze estive hanno – come poi i fatti sembrano aver dimostrato – hanno contribuito alla virulenza della seconda ondata della pandemia.

Il traffico dei veicoli leggeri , in quell’arco di tempo, si è ridotto fino all’80% nel periodo marzo-aprile 2020 una percentuale che non è mai risalita, mentre per il traffico delle merci c’è stata una flessione del 40-50% fra marzo e aprile quando le restrizioni erano al massimo.

L’attenzione posta dal rapporto in particolare sul Tpl /Trasporto pubblico locale), ha evidenziato una riduzione ancora più marcata rispetto al trasporto stradale privato-individuale, con una riduzione anche superiore al 90% nel periodo marzo-aprile 2020, e che a luglio 2020 non era ancora stata recuperata. Il calo rispetto al periodo pre-Covid (gennaio 2020) si attestava ancora al 40%.

Covid e trasporti

Un altro allarme da Covid: la rinascita del trasporto privato – CC0, public domain, royalty free

Gli altri dati

L’effetto più clamoroso è stato quello della riduzione per l’Alta Velocità:  quasi del 100% nel periodo marzo-aprile, anche perchè i servizi sono stati ridotti di oltre il 95%. “Tale contrazione – scrive il Mit – persiste ancora a luglio 2020 con una domanda di mobilità inferiore del 60% e con un’offerta di servizi inferiori di circa il 20% rispetto al 2019″.

Il trasporto via mare ha subìto un calo del 20 per cento a luglio 2020 nel settore passeggeri mentre per le merci vi è stata una ripresa quasi totale. Quello che è andato malissimo è stato i settore aereo: fra marzo e maggio gli spostamenti hanno subito una sensibile riduzione della domanda e dell’offerta (-99%), mostrando a luglio ancora un -75% della domanda passeggeri e del -60% per quanto riguarda i servizi offerti e del -30% per le merci trasportate.

Il Mit ed Anci, l’associazione nazionale dei Comuni italiani, hanno elaborato un documento sulle politiche di mobilità sostenibile che possono essere attuate per favorire uno sviluppo sostenibile della logistica urbana.

Concetto chiave di questo documento:  transizione verso mezzi commerciali leggeri. “L’inserimento di veicoli ecocompatibili nelle gare per la fornitura dei servizi gestiti direttamente e/o indirettamente dagli Enti Locali – quindi ad esempio flotte per la manutenzione dei giardini, per la raccolta dei rifiuti, per il Tpl, anche su aree collaterali, fornitura pasti alle scuole o agli ospedali – come parametro di aggiudicazione dell’appalto potrebbe senza dubbio dare un impulso e una direzione positiva al processo di svecchiamento del parco circolante

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup