Back

Cos’è il la Clean Hydrogen Alliance?

L’idrogeno si ottiene dal metano, un metodo che produce CO2 e quindi inquina. Un’alternativa pulita è quella dell’elettrolisi dell’acqua, processo che implica la scomposizione dell’acqua in ossigeno e idrogeno a zero emissioni e dunque non inquinante, l’idrogeno pulito. Se prodotto da fonti rinnovabili è un vettore energetico “pulito al 100%” perché non c’è infatti emissione di anidride carbonica e quindi l’impatto ambientale, sia globale che locale, è quasi nullo.

L’idrogeno pulito è fondamentale per raggiungere gli obiettivi del Green Deal Europeo vale a dire un taglio delle emissioni del 50-55% entro il 2030 e del 100% entro il 2050. “Gli investimenti cumulativi-  riporta la nota strategica – potrebbero arrivare a una cifra che va dai 180 ai 470 miliardi di euro entro il 2050”.

Un bus ad idrogeno inglese @Martin Addison

Perché il 2050?

Il programma di Bruxelles è trentennale per incentivare la produzione a scopo energetico. L’obiettivo è così la produzione di un milione di tonnellate di idrogeno verde entro il 2024 e 10 milioni di tonnellate entro il 2030. Per raggiungere queste soglie è necessario abbattere i costi per l’ottenimento dell’idrogeno verde: adesso la quota di mercato – molto piccola – costa il doppio di quello «grigio», prodotto cioè da combustibili fossili. Per il momento la transizione sarà sostenuta dall’“idrogeno blu”, quello prodotto da gas naturale tramite la cattura e lo stoccaggio del carbonio.

Cos’è il la Clean Hydrogen Alliance?

In questo caso parliamo dell’alleanza europea sull’idrogeno. Dice il commissario europeo per il Mercato interno Thierry Breton: “L’alleanza incanalerà gli investimenti nella produzione di idrogeno e svilupperà una pipeline di progetti concreti per sostenere gli sforzi di decarbonizzazione delle industrie europee ad alta intensità energetica come l’acciaio e i prodotti chimici”. Si tratta di una alleanza aperta a tutti gli attori pubblici e privati impegnati nella produzione di idrogeno rinnovabile o a bassa emissione di carbonio, disponibili a contribuire agli obiettivi stabiliti dall’Ue.

L’Ilva di Taranto

I vantaggi per l’Italia

La questione come ha spiegato il vicepresidente Commissione europea Frans Timmermans, riguarda anche l’Ilva di Taranto:Se abbiamo un piano per i prossimi 20 anni potremo dare un futuro veramente sostenibile a Taranto. Questo ci aiuterà a mantenere il settore dell’acciaio in Europa e a dare un’area molto più pulita ai cittadini di Taranto. Mi auguro che il governo italiano abbia interesse a lavorare con noi utilizzando le risorse del Just Transition Fund e altre risorse per dare a Taranto la possibilità di mantenere e alimentare un’industria dell’acciaio, ma un acciaio green. Sono sicuro che possiamo farcela anche se ci vorrà del tempo“.

L’Italia importa dall’estero il settanta per cento della sua necessità di energia: ha dunque un’ampia capacità di produzione della stessa da fonti rinnovabili e ha quindi tutto l’interesse ad aumentare la propria autonomia. L’ampia rete del gas è in grado di favorire il collegamento fra il Meridione del Paese, ricco di energia rinnovabile, con i centri di domanda situati nel Nord. Questo aumenterebbe la possibilità della nascita di altri sistemi energetici indipendenti e completamente rinnovabili per esempio nelle isole. L’idrogeno pulito può essere impiegato per lo stoccaggio stagionale o per esigenze di bilanciamento di breve termine. La posizione italiana al centro del Mar Mediterraneo – che rende più agevole i collegamenti con l’Africa settentrionale consentirebbe al nostro Paese di importare idrogeno a un costo inferiore rispetto a quello di produzione.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup