Back

Trump-Erdogan, l’accordo sulla pelle dei Curdi

Gli USA stanno lasciando la Siria. Duemila soldati statunitensi verranno rimpatriati. Donald Trump tira dritto nella sua politica del disimpegno militare, accennata in campagna elettorale, sbandierata nel 2017 e confermata nelle scorse settimane.

Ma la decisione della Casa Bianca suscita nella comunità internazionale l’interrogativo sul destino dei Curdi siriani. La partenza degli USA lascerebbe il popolo curdo (le cui le milizie hanno affiancato gli USA nella guerra all’ISIS) in balia del Presidente turco Erdogan, che avrebbe le mani libere nel riprendere e intensificare gli attacchi nella regione, dove con la motivazione di combattere il terrorismo, l’esercito turco ha colpito in modo indiscriminato la popolazione civile.

Erdogan ha subito promesso che non consentirà allo Stato islamico di rialzare la testa approfittando dell’assenza degli Americani. Una promessa che suona tanto solenne quanto ipocrita. Una sorta di falsa rassicurazione sull’atteggiamento di Ankara verso Damasco, visto che lo stesso Erdogan ha confermato le operazioni militari in Siria indipendentemente dal fatto che gli Americani lascino o meno la regione. Ovviamente, ribadendo che l’obiettivo dell’esercito turco saranno i terroristi.

Un Trump al solito muscolare mette in guardia il Presidente turco: “devasteremo l’economia della Turchia se attaccherete i Curdi”.

Fuoco e fiamme subito spenti da una telefonata. Alla fine Trump e Erdogan si sono accordati sulla creazione di una zona cuscinetto in Siria per mettere in sicurezza il confine con la Turchia. Nei piani di Ankara e Washington l’operazione dovrebbe essere sotto il controllo turco, con buona pace del popolo curdo,

I Curdi hanno detto ovviamente di no a questa ipotesi, che di fatto li lascerebbe alla mercé di Erdogan, chiedendo che il controllo sia affidato alle forze dell’ONU.

Contraria a tale ipotesi anche Mosca, che ribadisce che il controllo del Nord della Siria dove restare in mano a Damasco.

Redazione

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup