Back

Triora: case a un euro tra le streghe

Triora è un piccolo borgo ligure in provincia di Imperia. Famoso per i processi di stregoneria, ora mette in vendita immobili a un euro.

Case a un euro, una formula collaudata

“La nostra volontà è di recuperare il centro storico, mettendolo in sicurezza” ha dichiarato Valter Pastorelli, funzionario amministrativa del Comune di Triora. E lo slogan “case a un euro” è certamente azzeccato e veritiero. Ma di per sé, in Italia, non fa più notizia come nei primi casi. Impakter Italia ne aveva già parlato molto tempo fa di questa forma estrema di incentivo all’investimento. Una realtà a dirla tutta un po’ triste, perché mostra come la sconfinata bellezza architettonica e paesaggistica dell’entroterra italiano sia spesso associata al concetto di abbandono. In questo caso, però, ad avvolgere gli ingredienti del solito quadro desolante, ossia l’isolamento, i ruderi, lo spopolamento, c’è un velo di inquietante mistero: la stregoneria.

Triora, la “Salem d’Italia”

Siamo a Triora, un piccolo borgo ligure in provincia di Imperia. Il classico piccolo abitato, arroccato a 780 metri di altitudine, distante poco meno di 25 km dal capoluogo. Istituito nel 1861, il comune è formalmente “coetaneo” dell’Italia Unita. Relativamente giovane quindi. Ma la storia del borgo è molto più antica. Il primo insediamento risale probabilmente all’epoca romana. Ma è nella seconda metà del XVI secolo che a Triora si verificano quegli eventi che ne faranno la “Salem d’Italia”. Nel periodo 1587-89 vengono svolti numerosi processi per stregoneria. Molte giovani donne vengono accusate di essere streghe. Le loro malefatte?  Cannibalismo di infanti, aver provocato pestilenze e morie di bestiame. Saranno condannate al rogo.

Foto: Davide Papalini

La barbarie del passato è diventata folclore e tradizione nel presente. Tutti gli anni, la prima domenica dopo Ferragosto, viene celebrata la Strigora, una festa dove le streghe sono rappresentate come figure benigne. Un modo per ricordare e al contempo esorcizzare le atrocità compiute ai danni di tante donne innocenti.

Cosa prevede il bando

Il borgo di Triora è stato fra i primi a ricorrere allo stratagemma dell’offerta di case a un euro, come ricorda il vicesindaco Gianni Nicosia: “sono passati molti anni da quando abbiamo pensato per la prima volta alla campagna delle case a un euro. È stato circa dieci anni fa. Iniziavano a fare notizia i primissimi comuni che avevano attuato questa strategia. L’idea ci era piaciuta molto.

Si tratta ovviamente di un’offerta simbolica. Tuttavia, come in tanti altri casi, l’iniziativa non ha solo una valenza mediatica, bensì è collocata all’interno di un più ampio progetto di rivalutazione del piccolo centro ligure. Vi è quindi una procedura ufficiale alla quale doversi attenere se si è interessati all’offerta. Nulla di complicato però. Per chi volesse acquistare uno di questi immobili in vendita un solo euro, il bando prevede pochissimi passaggi. L’aspirante acquirente deve solo scegliere l’immobile. Ha poi sei mesi di tempo per presentare un progetto di ristrutturazione, che deve realizzarsi entro un arco di tempo che non superi 4 anni. L’acquirente ovviamente si accolla tutte le spese. la presentazione di tutta la documentazione deve avvenire entro le ore 12 del 17 aprile 2021.

Foto in copertina: Alessandro Vecchi

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup