Back

Tredozio, gioiello dell’Appennino Tosco-Romagnolo

Tredozio si trova ai piedi del Parco Nazionale Foresta Casentinesi, adagiato tra dolci colline e monti rocciosi. Situato in Emilia-Romagna, a sud delle vicine Forlì, Faenza e Imola, dista tuttavia pochi chilometri dal confine con la Toscana e dal capoluogo  Firenze. Siamo in quel tratto degli Appennini del centro Italia chiamato appunto Appennino Tosco-Romagnolo, caratterizzato da una sostanziale continuità del paesaggio: colline brulle alternate a rilievi più dolci.

La storia di Tredozio

Le radici del paese sono antiche. Il primo insediamento risale all’età del bronzo, nei pressi dell’attuale Santa Maria in Castello. Come tutti i centri urbani d’Italia, anche Tredozio vide la dominazione romana. Poi arrivarono i Bizantini. Nel X secolo fu costruito un castello di forma ottagonale con al centro una torre alta 17 metri, utilizzata per le munizioni e la sorveglianza del territorio. Rimangono solo rovine, anche se è ancora oggi un bel posto, con una vista meravigliosa.  Nel XII secolo l’area di Tredozio divenne feudo dei conti Guidi di Modigliana. Costoro vi edificarono il Castellaccio, situato sopra il paese e che oggi si trova in pessime condizioni.

Nel 1428 il borgo passò sotto il controllo della Repubblica Fiorentina Ancora oggi molti palazzi di quell’epoca, dipinti con graziosi pastelli, caratterizzano le strade del centro abitato. Assolutamente da visitare gli edifici religiosi, tra cui spicca la Chiesa di San Michele, risalente al XII secolo. Una particolarità è il Vulcano del Monte Busca, particolarmente suggestivo di notte e con bellissimi scenari da vedere e un sacco di sentieri da percorrere di giorno.

Foto: il direttore

La valorizzazione degli edifici storici

Molte le dimore storiche presenti nel luogo. E proprio a questo proposito molte cose bollono in pentola, come si evince dalle parole di Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia Romagna e sindaco del paese: “Queste dimore sono un vero baluardo contro la perdita di identità dei territori ed elementi cardinali del patrimonio culturale e artistico dei borghi e delle aree interne della Regione e del Paese: questo tema è stato fondamentale sia per il dibattito pubblico che in quello parlamentare, ponendo al centro queste realtà come volano per il rilancio di tanti territori nella fase post-pandemica. A oggi, tuttavia, mancano norme e misure adeguate per tutelare e valorizzare questo straordinario patrimonio: da tempo sono in contatto con il Ministro Carfagna sul tema del rilancio delle aree interne e questo tema è perfettamente in linea con il mio impegno. Lo ribadisco: anche i territori più periferici rappresentano un’opportunità immensa per il Paese, dobbiamo impegnare per valorizzarne al massimo le ricchezze, dome le dimore storiche”.

Foto: Northern Ireland Office

La città conserva gelosamente molti dei suoi mestieri artigianali tradizionali. Soprattutto i piccoli produttori di calzature. Una particolare specialità sono i produttori di stivali da equitazione. A Tredozio ne hanno realizzati per l’attrice Catherine Zeta-Jones e perfino per Kate Middleton, moglie del Principe d’Inghilterra.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup