Back
Torre degli embrici

Torre degli Embrici: la Lucania pagana tra i Luoghi del Cuore

Il complesso archeologico di Torre degli Embrici si trova in Basilicata, alle pendici della collina omonima, a circa 35 km a nord di Potenza. L’area è divisa tra i comuni di Rionero in Volture e Atella. Il sito è costituto da una villa romana di dimensioni particolarmente grandi con annessa una struttura termale. Il tutto è risalente al II secolo a.C. ed è stato costruito sulle rovine di un insediamento più antico, che diversi archeologi di fama internazionale datano al V-IV secolo.

Foto: Generale Lee

Il Comitato chiama il FAI

Il sito da alcuni anni si trova in stato di abbandono. Ed è per salvare dal degrado questa testimonianza del grande passato millenario della terra lucana che è sceso in campo il Comitato Parco Archeologico Torre degli Embrici. L’idea è stata candidare il sito alla decima edizione dei Luoghi del Cuore de FAI, in modo da promuoverlo, recuperarlo e rilanciarlo come luogo di attrattiva turistica. Il Comitato è nato nel 2019 grazie all’impegno volontario di un gruppo di giovani appassionati e con le idee ben chiare, come si può dedurre dalle loro stesse parole: “Tra le varie azioni che stiamo portando avanti per sollecitare le istituzioni deputate alla salvaguardia e valorizzazione del sito, in primis la Soprintendenza regionale, abbiamo candidato il al decimo censimento dei Luoghi del Cuore Fai”.

Il complesso archeologico

Si tratta dunque di una grande villa patrizia munita di un complesso termale. La struttura è stata costruita e ampliata in diverse fasi, almeno quattro. Dapprima, tra il II e il I secolo a.C., è stata edificata la villa e alcune annessi termali: un calidarium, un tepidarium munito di fornace, una splendida fontana con annessa una vasca. Questa era alimentata da condutture in piombo (fistulae). Le murature che la circondavano erano dipinte e decorate senza soluzione di continuità.

Il secondo intervento di rilievo avviene circa secoli dopo, tra il II e il terzo secolo d.C. Storicamente siamo in un altro pianeta. Da più di due secoli la repubblica oligarchica ha lasciato il posto a una sorta di dittatura militare universale: l’impero. In questa fase si ha l’ampliamento della struttura termale. Vengono ampliati il calidarium e il tepidarium.

In seguito la funzione termale viene dismessa. Gli imponenti lavori di ampliamento della terza fase, realizzati sembra tra il III e il IV secolo d.C., sono testimonianza del passaggio epocale che sta vivendo l’Impero Romano. Siamo infatti agli albori dell’assorbimento della religione cristiana da parte di Roma, Un processo che più tardi finirà con la sostituzione del paganesimo e l’assunzione del cristianesimo come nuova religione di stato. Infatti, in questa fase vengono edificate alcune strutture tra le quali la più imponente è un edificio a tre navate munito di abside. La tipica struttura della basilica cristiana. La quarta e ultima fase è caratterizzata per lo più da interventi di ristrutturazione di pari andate distrutte nel tempo. Gli scavi hanno comunque fatto emergere una struttura sepolcrale risalente al VII-VIII secolo d.C.

Foto in copertina di Michele Centonze.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup