Back

Sviluppo sostenibile: cos’è l’interior design sostenibile

Come sempre da “House&Garden Festival” di Londra arrivano spunti interessanti per il futuro sostenibile delle nostre abitazioni.

Il Festival riunisce importanti eventi di lifestyle, ma soprattutto ed è quel che qui ci interessa maggiormente, è un evento ricco di idee, ricco di ispirazione e di consigli professionali. Quest’anno alcune delle personalità più importanti del settore per esempio, hanno raccontato cos’è l’interior design sostenibile. Ecco un estratto di quel dibattito

Se chiedi a 10 persone in una stanza di definire il design sostenibile, è probabile che riceverai 10 risposte diverse – dice Anna Whitehead, consulente nella progettazione di interni – il design sostenibile è un modo per realizzare case e luoghi di lavoro esteticamente belli, che siano eticamente efficienti dal punto di vista energetico e idrico, che utilizzino prodotti e materiali innovativi che coinvolgano e ispirino, e che siano progettati per la salute fisica e mentale, il benessere e la felicità del cliente

I problemi ecologici nell’industria dell’interior design?
Tanti mobili moderni sono realizzati in MDF (Medium-density fibreboard, traducibile come “pannello di fibra a media densità”, è un derivato del legno, il più famoso e diffuso della famiglia dei pannelli di fibra), che ha una durata di conservazione inferiore ai 10 anni, non può mai essere restaurato e spesso è costoso“, dice Mary Claire Boyd, direttore della fiera The Art & Antiques Fair Olympia.

Molte persone, in particolare le giovani generazioni – ha aggiunto la Boyd –  hanno un reddito disponibile inferiore e finiscono quindi per acquistare mobili a basso costo che hanno una durata di vita più breve, il che ha un impatto negativo non solo sulle loro finanze, in quanto sono costretti ad acquistare di nuovo tra cinque anni, ma anche sull’ambiente. È questa mentalità che dobbiamo cambiare; dobbiamo incoraggiare le persone a comprare non solo per lo stile, ma anche per gli investimenti e la longevità. E non lasciarsi scoraggiare da un rapporto che potrebbe essere un incredibile pezzo d’autore e che si abbinerà bene con gli stili più moderni. Allo stesso modo, molte persone hanno l’impressione che l’antiquariato sia costoso, ma non lo è; si possono trovare reperti sorprendenti a prezzi eccezionali”.

Uno delle stanze più importanti di una casa progettata secondo i dettami dell’architettura da interni sostenibile

Cosa direbbe a chi pensa che interni eco-compatibili possano significare sacrificare lo stile per l’etica?
Fino a poco tempo fa, c’era un motivo per dire che bisognava scegliere un lato: o per avere un interno sostenibile o di stile –  ha risposto Anna Whitehead – Abbiamo fatto molta strada e alcuni dei prodotti più creativi e innovativi sono ora sostenibili e di origine etica. Un buon esempio sono le aziende che utilizzano principi di biomimetica, dove la natura viene utilizzata per sviluppare prodotti come i tessuti con il colore ma senza l’uso di solventi“.

Come possiamo garantire che le nostre scelte interne abbiano un impatto ambientale minimo?
“Per ridurre il consumo energetico, un buon isolamento del loft e del tetto, finestre con doppi vetri ben installate, che sfruttano l’energia rinnovabile come l’energia solare o a batteria, e l’installazione di comandi automatici per l’illuminazione e il riscaldamento faranno la differenza”, dice Jenny Gibbs, direttore della Scuola di Design del CRK.

Una soluzione interna per una scala con le grandi vetrate che danno luce

Il nostro ruolo di lighting designer è quello di garantire che le luci siano usate con saggezza e controllate in modo sensato – la luce più efficiente è quella che viene spenta“, aggiunge Rebecca Weir, direttore creativo di LightIQ. “Un sistema di illuminazione ben progettato inizierà sempre con la luce naturale e utilizzerà l’illuminazione artificiale come complemento, assicurando che venga fornita solo dove necessario. Un altro aspetto dell’illuminazione che si spera venga considerato in modo più completo in futuro è l’intero riciclaggio delle sorgenti luminose. Questo attualmente non è una delle principali priorità al momento dell’acquisto, ma dovrebbe“.

Quali sono i consigli per aggiornare una stanza senza causare troppo impatto ambientale?
Scegliere LED ad alta efficienza energetica per un’illuminazione d’atmosfera e optare per colori chiari e superfici riflettenti per risparmiare sull’illuminazione –  ha spiegato spiega Jenny Gibbs – Installare apparecchi ad alta efficienza energetica, compresi soffioni doccia efficienti per risparmiare acqua. Optare per materiali, finiture e mobili prodotti con metodi biologici per evitare l’uso di prodotti chimici e specificare vernici a basso contenuto di composti organici volatili (VOC) che sono un’opzione molto più salutare. Colori più chiari e superfici riflettenti contribuiranno a ridurre la necessità di illuminazione, ma assicuratevi di scegliere colori che vi facciano sentire bene, poiché il colore può avere un tale impatto sull’umore. Isolare con tende, persiane, tappetini, tappeti e tappeti, che sono buoni anche per l’acustica e contrastano l’effetto di superfici dure come il legno e la pietra. Evitare di gettare via le cose ottenendo creativo e upcycling o riciclaggio. Cercate di procurarvi materiali, finiture e mobili prodotti localmente. Se dovete ordinare mobili che devono percorrere lunghe distanze, optate per la confezione piatta che mantiene bassi i costi di trasporto. E quando si tratta di accessori, aggiungete un sacco di piante allo spazio finito per ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria“.

Una stanza che affaccia sul giardino con elementi di luce naturale ed oggetti di antiquariato

Che consiglio avete per chi acquista per la prima volta oggetti d’antiquariato?
Suggerisco che dobbiamo essere aperti con la mente quando si tratta di oggetti d’antiquariato e del loro valore“, dice Mary Claire Boyd.

Piuttosto che esistere solo in un ambiente tradizionale, i mobili antichi possono completare pezzi contemporanei e lavorare magnificamente in un ambiente moderno, dando vita ad un look molto più individuale, ma con longevità. Quando si acquistano nuovi prodotti, dovremmo davvero considerare come e dove viene realizzato il prodotto. Il marchio promuove le loro credenziali ecologiche? Sa se è stato realizzato con legno certificato FSC? E’ biodegradabile? E, cosa più importante, durerà a lungo – e se sì, siete disposti a riciclarlo, venderlo o tramandarlo ad amici o familiari una volta finito? Invito le persone a prendersi cura delle loro cose. L’antiquariato è fatto spesso centinaia di anni fa, con abilità e maestria artigianale, ma durerà per centinaia di anni con le cure di base. E questo potrebbe significare alcuni mobili fatti oggi; non dare mai nulla per scontato e custodirlo in modo che non debba mai essere gettato via“.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup