Back

Super ricchi e famosi e super inquinatori

Super ricchi e famosi. Ma anche molto inquinatori: Elon Musk, Jeff, Bezos, Roman Abramovič, Bill Gates sono solo quattro tra gli stra-miliardari più miliardari e famosi secondo le stime di Forbes. Abramovič in particolare è noto agli appassionati di calcio perchè è il proprietario della squadra di calcio del Chelsea, Londra, dal 2003.

Ebbene seconda una ricerca pubblicata da The Conversation i 20 miliardari più ricchi del pianeta (e Musk, Bezos e Gates sono tra i primi 4) emettono circa 8190 tonnellate di Co2. Il dato si riferisce al 2018 ma secondo il metodo utilizzato per la ricerca c’è da pensare che potrebbe essere aumentato. Perchè è aumentata la loro ricchezza ed il loro tenore di vita.

Nella speciale classifica degli “emettitori” di Co2, guida proprio il miliardario russo Abramovič con 8495 tonnellate, Bill Gates è a 7408, Musk poco sopra le 2mila come Bezos. Quel che è importante rilevare è che la produzione di un italiano medio è di 3 tonnellate all’anno, quella di un americano di 5.

ricchi

Super ricchi e famosi e super inquinatori – Roman Abramovič @John Dobson by Wikipedia

La metodologia della ricerca

Perchè un super ricco inquina di più? Perchè possiede yacht, aerei e ville multiple, che contribuiscono all’emissione di gas serra nell’atmosfera. Per esempio, un superyacht con un equipaggio permanente, una piattaforma per elicotteri, sottomarino e piscine emette circa 7.020 tonnellate di CO2 all’anno, secondo i calcoli, rendendolo di gran lunga il peggior bene da possedere da un punto di vista ambientale. I trasporti e i beni immobili costituiscono la gran parte dell’impronta di carbonio della maggior parte delle persone, quindi la ricerca si è concentrata sul calcolo di queste categorie per ogni miliardario.

Scrive The Conversation :”Non abbiamo cercato di calcolare le emissioni di “carbonio incorporato” di ogni bene – cioè, quanta CO2 viene bruciata lungo la catena di fornitura nel fare il prodotto – o le emissioni prodotte dalla loro famiglia, dai dipendenti della famiglia o dall’entourage. Non abbiamo anche incluso le emissioni delle aziende di cui possiedono parte o tutto, perché questo avrebbe aggiunto un altro significativo grado di complessità. Per esempio, non abbiamo calcolato le emissioni di Tesla o Amazon nel calcolare le impronte di Musk o Bezos”.

Abramovich naviga nel Mediterraneo nel suo superyacht, chiamato Eclipse, che con 162,5 metri di lunghezza è il secondo più grande in circolazione. E fa il giro del mondo su un Boeing 767 progettato su misura, che ha una sala da pranzo da 30 posti. Per i viaggi più brevi utilizza il suo jet Gulfstream G650, o uno dei suoi due elicotteri o il sottomarino del suo yacht. Mantiene case in molti paesi, tra cui una villa nei Kensington Park Gardens di Londra, un castello a Cap D’Antibes in Francia e una tenuta di 28 ettari a St. Barts che una volta apparteneva a David Rockefeller. Nel 2018, ha lasciato il Regno Unito e si è stabilito in Israele, dove è diventato un doppio cittadino e ha comprato una casa nel 2020 per 64,5 milioni di dollari. In base ai calcoli è stato responsabile di almeno 33.859 tonnellate metriche di emissioni di CO2 nel 2018 – più di due terzi dal suo yacht, che è sempre pronto all’uso in un momento dell’anno.

ricchi

Super ricchi e famosi e super inquinatori – Elon Musk @Brian Solis by Wikipedia

“L’ambientalista” Elon Musk

Il sudafricano Elon Musk, CEO di Tesla Motors e SpaceX, ha un’impronta di carbonio sorprendentemente bassa nonostante sia la seconda persona più ricca del mondo, con 177 miliardi di dollari, e potrebbe rappresentare un buon esempio per gli altri miliardari. Non possiede un superyacht e dice di non fare nemmeno le vacanze.

Nella ricerca in oggetto, la sua impronta di carbonio è stata relativamente modesta nel 2018, 2.084 tonnellate, grazie alle sue otto case e un jet privato. Quest’anno potrebbe addirittura scendere perché nel 2020 ha venduto tutte le sue case e ha promesso di disinvestire il resto dei suoi beni mondani.

Insomma nonostante la sua impronta di carbonio personale sia ancora centinaia di volte più alta di quella di una persona media, dimostra che i super-ricchi possono fare delle scelte importanti ed indicare la strada da seguire al resto del mondo.

Chiedere ad un cittadino medio di adottare stili di vita a minore intensità di carbonio per raggiungere  l’obiettivo dell’abbattimento ed eliminazione della Co2 può essere imbarazzante se si pensa che ci vorrebbero circa 550 anni della sua vita per eguagliare l’impronta di carbonio del miliardario medio.

 

 

 

 

 

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup