Back

Sud ed Europa, la ricetta di Provenzano è sempre attuale: “Investimenti su sostenibilità”

Sud ed europeismo. Lo sviluppo sostenibile al centro, insomma, dopo la svolta su Ius soli e sulle politiche ambientali. Con l’elezione di Enrico Letta come segretario, il Partito democratico sta portando avanti una fase di rilancio: la nomina di Giuseppe Provenzano e Irene Tinagli come suoi vice è altrettanto significativa. Proprio Provenzano, in un’intervista a Impakter Italia pubblicata prima della sua esperienza da ministro del Sud nel governo Conte 2 (qui il link), aveva indicato un mix di investimenti e valorizzazione del territorio. Una ricetta che sembra un prologo di quanto sta accadendo con il governo Draghi.

Provenzano e la ricetta per il Sud

È interessante rileggere quelle parole, che dopo oltre un anno non sono affatto invecchiata, nonostante di mezzo ci sia stata una pandemia:

“Riassetto del territorio e tutela della biodiversità mediterranea, innovazioni di processo e di prodotto, decarbonizzazione ed energie nuove, mobilità sostenibile e rigenerazione urbana”, affermava l’attuale vicesegretario dem.

Ecco, quindi, un focus sul Mezzogiorno, il fulcro dell’impegno intellettuale e politico di Provenzano, come potenziale volano del Paese:

“Il Mezzogiorno è un territorio molto esteso e ricchissimo di risorse naturali. È cruciale per il futuro dell’Italia immaginare a come impiegare queste risorse. Servono investimenti per traghettare il Paese verso un modello di sviluppo economico che si fondi sulla sostenibilità ambientale: una parte di Italia, senza un coordinamento strategico, lo sta facendo di suo, senza il contributo della politica. Per questo serve un disegno strategico anche perché è ormai evidente a tutti che la questione ambientale è saldamente collegata alla questione sociale. Su tutto questo, il Sud presenta vantaggi competitivi e potenzialità inespresse. E proprio il Sud, dopo la stagione fredda e arida dell’austerità, è il luogo dove provare a costruire uno Stato intelligente e strategico”.

Persone e formazione

Per Provenzano era quindi necessario l’impegno sulle persone, così come lo è ora. E l’attenzione è rivolta a quel mondo dell’istruzione e della formazione, che sta subendo con forza i colpi del Covid-19:

“Il depauperamento del capitale umano è la dinamica più drammatica a cui assistiamo da anni. Spesso si tratta di giovani altamente formati che portano valore aggiunto altrove, sia da un punto di vista umano che economico, perché a casa loro non hanno orizzonti da seguire o non trovano nessuno nel mercato (e tanto meno nella P.A.) che sappia intercettare le proprie competenze. Poi c’è il grande tema delle università meridionali spesso non prese in considerazione perché lontane dal mercato del lavoro professionalizzato, attivando un circolo vizioso di disinvestimento”. 

Una traccia di quello che può essere il suo mandato da numero due di Letta. Al suo fianco c’è una personalità di stampo europeista, come Tinagli, 46 anni. Fin dall’inizio è stata nel Pd, portando un approccio più liberale. Una posizione che ha portato l’attuale eurodeputata ad aderire a Scelta civica, il partito fondato dall’ex presidente del Consiglio, Mario Monti. Nella scorsa legislatura è stata infatti deputata per Scelta civica, per cui si è candidata alla leadership, prima di annunciarne l’addio per tornare sotto il tetto dem. Nel 2018 ha preferito non candidarsi alle Politiche, ma ha optato per la corsa all’Europarlamento nel 2019. Dopo l’elezione è stata incaricata come presidente della Commissione per i problemi economici e parlamentari del Parlamento europeo. Ora la promozione nel Pd, al fianco di Provenzano per cooperare con Letta.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup