Back
sommozzatore

Studiare l’oceano da dentro: il progetto Proteus

Gli oceani non godono di buona salute. Si stanno riscaldando, acidificando e stanno perdendo biodiversità. Eppure sono fondamentali per la vita sulla terra, nonostante le attività umane li minaccino costantemente. Impakter è media partner dell’evento divulgativo della Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO che ha avuto luogo il 22 ottobre scorso per celebrare il Decennio del mare proprio per sensibilizzare in merito all’importanza della salvaguardia degli oceani. Ma uno dei maggiori ostacoli è la difficile conoscenza dell’ambiente oceano.

File:Fabien Cousteau.jpg

Conoscere l’oceano

L’acqua degli oceani ricopre il 70% della superficie terrestre ed essi assorbono il 25% delle emissioni di anidride carbonica, ma su di loro sappiamo ancora poco, nonostante esistano diversi progetti di mappatura e studio. Condurre indagini scientifiche sullo stato degli oceani, che a causa dei cambiamenti climatici stanno aumentando di circa un metro per secolo, è diventato di vitale importanza. Un progetto in particolare vuole condurle direttamente nell’oceano. Si tratta di Progetto Proteus, pensato da Fabien Cousteau, che prevede di inaugurare il centro di ricerca, vicino all’isola di Curaçao, nel 2024. Si tratta di una stazione che potrebbe sembrare spaziale e che invece è sottomarina. Proteus al momento è in via di realizzazione e prevede di diventare un pionieristico progetto di studio degli oceani da dentro. Partendo dal presupposto che solo il 5% degli oceani è stato esplorato, riuscire a rimanere sott’acqua, a circa 18 metri di profondità per un tempo lungo sarà fondamentale per una migliore conoscenza dell’ambiente subacqueo e degli impatti del cambiamento climatico su di esso.

Fabien Cousteau e il Progetto Proteus

Fabien Cousteau, nato a Parigi nel 1967 è un oceanografo francese nipote del “Comandante” Jacques-Yves Cousteau, esploratore, regista, oceanografo e vincitore di quattro Oscar, che si definiva “tecnico oceanografico”. Fabien Cousteau è cresciuto in una famiglia di esploratori oceanici: ha iniziato con le immersioni subacquee a 4 anni e anche lui si occupa di studiare gli ecosistemi marini. L’idea di realizzare una stazione spaziale sottomarina è conseguente alla più lunga permanenza della storia sott’acqua, a opera proprio di Fabien Cousteau, che insieme alla sua troupe è infatti rimasto ben 31 giorni sott’acqua nel 2014. Scopo della missione era studiare l’ambiente sottomarino, nell’ambito della Mission 31, battendo così il record di 30 giorni stabilito cinquant’anni fa proprio da suo nonno Jacques-Yves.

Ci vorranno tre anni per costruire Proteus, un centro di 370 metri quadrati che ospiterà Cousteau e il suo team. Questa dimensione supera di circa 10 volte la grandezza delle stazioni sottomarine esistenti. La struttura comprenderà oltre alle aree dedicate allo studio e all’attracco dei sottomarini, anche una cucina, un ospedale e un giardino idroponico.

La sua realizzazione costerà 135 milioni di dollari e la stazione sottomarina verrà anche utilizzata in futuro come luogo di addestramento per gli astronauti.

Immersioni Subacquee, Maldive, Mare, Ocean, Scafandro

È stimato che le nuove specie animali e vegetali che verranno scoperte grazie alla permanenza subacquea siano comprese tra 1,7 e 2,3 milioni. Solo nei 31 giorni di permanenza nelle profondità dell’oceano della Mission 31, erano state raccolte informazioni pari a tre anni di studi scientifici.

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup