Back

Startup in prima linea contro la pandemia

Startup in prima linea in questa emergenza sanitaria globale. Ecco una azienda americana che progetta posti di terapia intensiva e di pronto soccorso.

Da focolaio locale a pandemia in tre mesi

Dal momento del suo scoppio in Cina (dicembre 2019) e il riconoscimento come pandemia da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (marzo 2020), oltre 725.000 casi di Covid-19 sono stati confermati in 202 paesi, causando oltre 34.000 decessi. Gli Stati Uniti, con oltre 140.000 casi, sono diventati l’ultimo epicentro del Coronavirus dopo Cina e Italia. Lungi dall’essere preparati, gli Stati Uniti stanno mostrando una terribile carenza di dispositivi di protezione individuale (DPI) e vedono morire i pazienti mentre aspettano un letto.

Una startup in prima linea contro il covid-19

Una società start-up negli Stati Uniti, Jupe Health, ha recentemente lanciato un progetto per fornire gli ospedali dei posto di letto di emergenza di c’è necessità. I cofondatori Jeff Wilson e Cameron Blizzard hanno dato il via ad una sinergia con il Dr. Esther Choo (ricercatore, medico e Chief Medical Advisor ), Cameron Sinclair (designer umanitario, imprenditore a impatto sociale, direttore esecutivo di Armory of Harmony), SpaceX / Tesla e gruppo di medici operanti in reparti di pronto soccorso e terapia intensiva. 

Il progetto di Jupe Health

Il progetto prevede che le unità modulari originariamente progettate per l’alloggio degli sfollati vengano trasformate in spazi sanitari portatili, destinati ai pazienti e agli operatori sanitari.

Immagine: Jupe Health

Viene utilizzata la tecnologia e i materiali di base “pronti all’uso”. Il design di partenza è altamente configurabile e prevede tre tipologie tutte alimentabili con batterie a energia solare.

Foto: Jupe Health

È in lavorazione anche un’unità di terapia intensiva autonoma. Gli ambienti saranno forniti di wi-fi. Saranno inoltre predisposti per l’eventuale installazione di sistemi di climatizzazione. Da un punto di vista logistico la soluzione progettata sarà altamente funzionale. Infatti, è possibile trasferire 24 unità alla volta tramite un pianale standard da 40 piedi, trainato da un camioncino.

Quando non sono più necessari per l’attuale crisi di Covid-19, le unità possono essere riconfigurate per nuove necessità. Il prototipo è allo studio nei laboratori della società, in Texas. La produzione ha luogo nella zona di El Paso. Jupe Health è anche aperta a collaborare con altri produttori di alloggi in base alla domanda e sta esaminando la possibile di espandere il proprio mercato a livello internazionale, attraverso partnership.

“Fronti di guerra” negli USA

Nello stato di Washington vengono affittati motel e campi da calcio per trasformarli in aree di triage. Il Javits Center di Manhattan è allestito come un ospedale da campo con ben 1.000 letti disponibili. Un altro enorme ospedale da campo viene costruito a Central Park. La California sta riaprendo gli ospedali precedentemente chiusi e le navi dell’ospedale della Marina vengono dispiegate a New York City e Los Angeles. La situazione ospedaliera a New Orleans, tra le altre città, è particolarmente grave. A causa dell’afflusso di pazienti e della mancanza di letti in terapia intensiva, è stata definita una zona di guerra.

Articolo tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup