Back

Spagna: il paese alla prova del voto

Le elezioni generali spagnole si terranno il 28 aprile dopo settimane di campagne elettorali molto combattute. Un sondaggio degli ultimi giorni realizzato dall’istituto di ricerca pubblico spagnolo CIS, quattro spagnoli su dieci non sono ancora sicuri per chi voteranno, persi come sono in un mare di informazioni da varie parti.

L’attuale primo ministro Pedro Sanchez del PSOE, è, secondo i sondaggisti, il favorito. Dopo aver preso il potere quando il PSOE ha presentato una mozione di sfiducia contro l’ex leader Mariano Rajoy, Sanchez punta a prolungare la sua permanenza a Marid e se possibile con una maggioranza sufficiente che non ponga troppe obiezioni sulla sua strada come negli ultimi mesi.

I sondaggi mostrano attualmente che il Partito Socialista potrebbe avere tra i 123 ed i 138 seggi sui 350 possibili.

Il manifesto del PSOE promette di combattere l’esclusione sociale e la disuguaglianza. Per quanto riguarda la questione catalana, il partito favorisce il dialogo con gli indipendentisti, anche se ha chiarito che non permetterà un referendum sull’indipendenza in nessuna circostanza.

Possibili alleanze: Sanchez potrebbe formare un governo con il sostegno di Podemos – un partito di sinistra – e partiti indipendentisti. Potrebbe anche considerare un’alleanza con i cittadini (Ciudadanos), ma mai con il Partito popolare (PP) o VOX.


Pablo Casado, leader del Partito del Popolo, con i suoi 38 anni, è il più giovane candidato alla presidenza nella storia del suo partito. I sondaggi, tuttavia, non lo premiano al momento perché prevedono che porterà a casa da 66 a 76 seggi al Congresso, che sarebbe il peggior risultato per il PP in oltre trent’anni.

Il PP è favorevole all’unità spagnola e sostiene l’uso dell’articolo 155 della Costituzione – la regola applicata e diretta imposta sulla Catalogna – se necessario.

Tra le sue idee più controverse c’è la posizione di Casado sull’aborto, che il partito ha preferito tenere fuori dai riflettori nelle ultime settimane, e la sua posizione contro l’esumazione di Franco,l’ ex dittatore militare spagnolo, della Valle dei Caduti.

Il PP promette anche una significativa riduzione delle tasse, per rivalutare le pensioni e vuole avvicinarsi alla “Spagna vuota” – la parte “abbandonata” del paese, che soffre di spopolamento.

Possibili alleanze: il PP vuole rivendicare il maggior numero di voti di tutti i partiti di destra e formare un governo con il supporto di Citizens e VOX.


Podemos è il partito che ha rotto il “sistema bipartitico” quattro anni fa, ma il partito di sinistra sta attualmente attraversando una grave crisi interna. I sondaggi prevedono che otterrà tra 33 e 41 posti.

Pablo Iglesias è stato in congedo di paternità e i media non l’hanno guardato favorevolmente negli ultimi mesi.

Idee chiave: Podemos dice che vuole che il controllo venga tolto dai potenti e invoca la fine alla corruzione. Il partito si configura come il nemico delle banche, multinazionali e ricchi uomini d’affari. Promette lo sviluppo sociale, un reddito universale di base garantito e la protezione delle famiglie vulnerabili. Il partito si descrive come pro-repubblica e femminista.

Possibili alleanze: Podemos potrebbe unirsi al PSOE e ai partiti indipendentisti per formare un governo, ma non entrerà in alcuna alleanza con i Cittadini in esso contenuti. Diventare un compagno di alleanza con PP e VOX è anche fuori questione.


Cittadini o “Ciudadanos” si definiscono “il partito del centro, progressista e liberale” anche se i suoi nemici PSOE e Podemos dicono che è di destra. Lo guida Albert Rivera.

È un altro partito che vuole eliminare il “sistema bipartitico”, ma rispetta la Costituzione e non ha idee così radicali come quelle di Podemos.

E’ stato il partito più votato alle ultime elezioni in Catalogna, ma non è stato in grado di formare un governo di fronte a un’alleanza di partiti indipendentisti. I sondaggi gli assegnano un massimo di seggi dai 42 ai 51 .

Principali idee: i Cittadini promettono tasse più basse e hanno espresso sostegno al ceto medio lavoratore e ai lavoratori autonomi. Appoggiano una Spagna unificata e il rispetto per la Costituzione.

Possibili alleanze: Ciudadanos potrebbe portare a casa più voti di tutti i partiti di destra, nel qual caso cercherà di formare un governo con PP e VOX. Dice che non farà un accordo con il PSOE se è guidato da Sanchez.


Santiago Abscal è il candidato di VOX,  emersa come una scelta popolare in queste elezioni, dopo il successo in quelle dell’Andalusia dove si è impegnato a sostenere un governo PP-Cittadini.

Il partito è molto abile nel comunicare con i suoi sostenitori attraverso l’utilizzo costante dei social media.

VOX potrebbe giocare un ruolo decisivo nella creazione di un nuovo governo, con i sondaggisti che suggeriscono che potrebbe guadagnare tra 29 e 37 posti.

Idee chiave: VOX accusa il PP di essere “codardo”, posizionandosi come “la vera ala destra”. Vuole più autorità e ordine in Spagna. Sulla questione dell’immigrazione, promette di espellere tutti gli immigrati privi di documenti.

VOX è contro l’aborto e ha aperto importanti dibattiti nazionali sul femminismo, la violenza di genere e il possesso di armi. Supporta l’idea di “famiglia e tradizioni” ed è favorevole alla sospensione dell’autonomia in Catalogna.

Possibili alleanze: sarebbe impossibile avere un governo di destra senza VOX.

 

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup