Back

SpaccaMurgia, una “scampagnata” tra Adriatico e Ionio

SpaccaMurgia, paradiso del turismo lento e sostenibile. Nell’entroterra pugliese, a una trentina di chilometri a ovest di Bari, si trova l’altopiano carsico delle Murge, la cui superficie sfocia nell’adiacente provincia di Matera, capoluogo della confinante Basilicata. Si parla anche di Murgia costiera riguardo a quella parte di territorio che scollina verso est, in direzione della costa barese.

Una camminata nella terra dei trulli e delle “gravine”

Le Murge sono la terra dei trulli per eccellenza. In quest’area, ogni anno si svolge l’iniziativa SpaccaMurgia. Si tratta di una sorta di festival del trekking che attrae non solo “esperti” ma anche semplici appassionati e amanti delle camminate nella natura. Ma non solo. Anche per gli amanti della bicicletta le Murge sono un autentico paradiso. Il cicloturismo è infatti una componente importante dell’afflusso di persone, soprattutto nella bella stagione.

Foto: https://commons.wikimedia.org/wiki/User:Berthold_Werner

In generale, chiunque voglia concedersi un viaggio all’insegna del turismo lento e sostenibile, lontano dalla pressione della grandi città d’arte, può trovare tutto quello che che cerca nella bellezza naturale di questa magnifica regione del nostro paese. Giovanni Pugliese, responsabile di Lega Ambiente, nonché promotore e partecipante all’iniziativa, ha avuto modo di sintetizzare cos’è l’esperienza di SpaccaMurgia con queste parole: “mi sono piaciuti gli ulivi, il mare, le masserie, le gravine, i treni, i binari, i prati, le colline, i trulli, i muretti a secco, i vicoli, le scogliere, le orecchiette, il capocollo, il cielo, il vento. Ma più di tutto mi è piaciuto camminare. Con la testa fra le nuvole ed i piedi per terra”.

SpaccaMurgia: il percorso

Spacca Murgia è un itinerario che si estende per circa 100 chilometri, da percorrere a piedi in tre o al massimo quattro giorni. Dall’Adriatico allo Ionio, il turista può immergersi nella bellezza naturale della costa orientale della penisola italiana. Tra colline dolci e aspre campagne, intercalate da una miriade di piccoli borghi caratteristici, coperte di boschi, costellate di uliveti, corsi e specchi d’acqua, e suggestiva formazioni naturali.

Particolarmente caratteristiche delle Murge sono le cosiddette “gravine”, ossia “fenditure di origine carsica scavate nel terreno dai torrenti nel corso dei millenni, e che vanno da strette fessure ad ampi canyon, nascondendo al loro interno grotte e cunicoli”. I famosi Sassi di Matera sono l’esempio più famoso di queste particolari formazioni.

Foto: https://www.flickr.com/photos/jcalhoun/

Come si legge nella pagina della manifestazione, SpaccaMurgia “nasce dal progetto “Green City” che ha come capofila Legambiente Putignano – circolo Verde Città ed è stato finanziato nell’ambito dell’iniziativa “Giovani per il Sociale” del Dipartimento per la Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Foto in copertina di Andrisano~commonswiki .

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup