Back

L’affare sostenibilità che molte imprese non colgono (ancora)

La sostenibilità sta diventando una priorità per molte aziende. La crescita degli investimenti in questa direzione è importante. Il motivo non è solo l’accresciuta sensibilità rispetto verso l’ambiente e verso i diritti, ma c’è un evidente vantaggio economico che riescono a ricavare le attività imprenditoriali. In parole semplici: le imprese che utilizzano le risorse in modo più efficiente risparmiano denaro e quelle che trattano i lavoratori in modo equo e corretto migliorano la loro reputazione e riescono a essere in grado di sfruttare un miglior rapporto con i clienti. Insomma, non sono elementi proprio secondari.

Tuttavia, l’incremento non risulta ancora sufficiente per mettersi in linea con gli Sdgs, 17 obiettivi fissati dalle Nazioni Unite entro il 2030. È vero che negli ultimi 12 anni il numero di imprese impegnate a investire nella sostenibilità è passato da 63 milioni a 6,5 trilioni di dollari e da 1.715 milioni a 81,7 trilioni di dollari di attività gestite. Un balzo ragguardevole, visto che il dato si riferisce all’avvio dei Principi per gli investimenti responsabili (Pri) sostenuti dall’Onu. Qualcosa ha funzionato bene, ma non basta affatto. Quindi quali sono i punti più problematici? Il principale ostacolo a favorire maggiori investimenti allineati agli Sdsg è la difficoltà di riuscire a fare un’analisi comparativa e una rendicontazione esatta degli impegni aziendali in materia di sostenibilità. Bisogna trovare degli standard obbligatori. Per questo Sdg Impact sta sviluppando nuovi strumenti e prodotti proprio per consentire un allineamento delle valutazioni.

Achim Steiner, amministratore dell’Unpd

“Il raggiungimento degli SDG richiederà investimenti su una scala senza precedenti, cosa che non possiamo permetterci di non realizzare”, ha spiegato l’amministratore dell’Undp (Il programma delle Nazioni Unite per o Sviluppo) e il presidente del gruppo direttivo SDG Impact, Achim Steiner. “Ciò significa sbloccare il capitale privato aiutando le imprese e gli investitori a identificare e riferire sulle opportunità commerciali degli SDG”, ha aggiunto Steiner, che ha quindi evidenziato nel corso del direttivo dell’Undp: “Ci sono ancora 12 trilioni di dollari utilizzabili per raggiungere gli SDG, ma non stanno andando dove sarebbe maggiormente necessari”.

I 17 obiettivi fissati dall’Onu

L’attenzione è rivolta in particolare agli investimenti privati ​​nelle economie in via di sviluppo, che rimangono bassi: i 47 paesi meno sviluppati del mondo hanno ricevuto solo il due percento degli Ide, ossia i flussi di investimenti diretti esteri, nel 2017, per un totale di appena 26 milioni. Il lavoro, dopo l’individuazione di standard comuni sulla valutazioni degli investimenti verso gli Sdgs, si concentrerà su un aspetto centrale: mettere in contatto mondo dell’impresa e politica. Gli uffici nazionali dell’Undp, e i loro partner, convocheranno degli incontri con gli investitori in SDG, che consentiranno il “matchmaking” tra la comunità di investitori e i responsabili politici, facilitando la discussione delle misure politiche necessarie per aumentare gli investimenti sostenibili.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup