Back

Sostenibile : quante frottole dietro questo concetto

“Adesso basta con questo imbroglio per cui tutti, anche se sono i peggiori inquinatori, diventano di colpo così verdi che più verdi non si può. La parola magica che lo consente è “sostenibile”. Ormai è tutto “sostenibile”: le auto, l’agricoltura, la pesca, la finanza, la moda…. e chi più ne ha più ne metta. Ma, se poi andiamo a vedere, si tratta quasi sempre di apparenza o di minime ed irrilevanti modifiche palesemente finalizzate ad aumentare vendite, consumi e profitti, senza intaccare realmente l’attuale modello di sviluppo i cui effetti stiamo duramente pagando in termini di salute e di qualità della vita”. Lo scriveva ieri all’inizio del suo post su ilfattoquotidiano.it, Gianfranco Amendola,ex magistrato, esperto in normativa ambientale.

Un post che conferma quanto Impakter Italia sostiene da tempo: la confusione e l’utilizzo inappropriato di parole e concetti che alle persone non addette ai lavori vengono fatte arrivare in modo artefatto e chiaramente indirizzato a fini commerciali. Quando Amendola nelle righe su riportate parla di auto, agricoltura, pesca, finanza, moda, ed aggiungiamo noi di polli, hamburger, pannolini e via dicendo, si parla di una pratica conosciuta col nome di Greenwashing. Volete saperne di più? Ecco cosa, in due puntate abbiamo scritto sull’argomento.

Il che di per sè non sarebbe un reato sia chiaro – come ci ha detto qui la professoressa Cavallinel mondo sostenibile l’obiettivo di un’azienda continuerà ad essere quello di fare profitto” – ma diventa una cattiva azione quando si dicono bugie. Bugie che nel mondo anglosassone, negli Stati Uniti per esempio, sono molto dannose per chi le dice, che sia un’azienda o un politico. Ma torniamo alla chiarezza dei concetti.

Sostenibilità

Sostenibile: quanti imbrogli dietro questo concetto -CC0, public domain, royalty free Public Domain

Bio e sostenibile sono la stessa cosa?

No. Ed è stata una delle prime cose della quale ci siamo occupati all’inizio della storia di Impakter Italia. La sostenibilità è il complesso di tutte le attività che nel loro svolgersi tengono conto delle reali possibilità dell’ambiente, dell’uomo, della tecnologia senza spingersi a forzarne i limiti per il suo sfruttamento perchè le generazioni future abbiano le loro chance di godere di queste risorse.

Biologico è un tipo di produzione agricola e di allevamento degli animali realizzato solamente con l’utilizzo di sostanze naturali, quelle già presenti in natura per essere banalmente ancora più chiari senza ricorrere a quelle chimiche(concimi, diserbanti, insetticidi, pesticidi). E’ più buono? E’ più sano? E’ la vecchia agricoltura di una volta quella del contadino che mangiava solo cose veramente di qualità? Può darsi, il dibattito sulla questione è fortissimo. Qui abbiamo cercato di dare qualche informazione in più.

La sostenibilità è un impegno importante

Per avviare davvero una politica di sviluppo sostenibile è necessario che la politica orienti tutte le scelte di oggi verso il futuro. Ma è necessario sapere anche che alcune di queste scelte sono molto impegnative dal punto di vista economico e sociale e che non serve imporle ma far capire quanto siano obbligatorie. Ed alcune oggi non sono nemmeno applicabili. Energia, carburanti, trasporti tutti legati anche alla riduzione delle emissioni di Co2 nell’atmosfera per la nostra salute ma anche per una vera lotta ai cambiamenti climatici come chiedono i 17 obiettivi di sviluppo sostenibili dell’Agenda Onu 2030. Noi abbiamo spiegato così quanto cosTa lo sviluppo sostenibile.

E poi ci siamo noi. I cittadini di ogni giorno. Ancora dal post di Amendola che alla fine del suo ragionamento, scrive  : ” Il vero dramma della “sostenibilità” è tutto qui. Siamo noi, per primi, che dobbiamo diventare “sostenibili”, ragionando con la nostra testa”. Dunque farsi continuamente domande. Evitando di cadere nelle “trappole” di chi usa le parole del momento per distrarci dai veri obiettivi. Il consumatore moderno, “sostenibile” deve essere informato, deve aver voglia di esserlo. Perchè, lo abbiamo scritto e fatto dire a molti dei nostri ospiti, la strada verso la sostenibilità può iniziare anche dai piccoli gesti quotidiani. Quelli in casa per esempio. E fuori di casa con azioni che sembrano banali ma che in realtà se ripetute e messe tutte insieme e poi magari imitate da altri, contribuiscono a creare quella consapevolezza e quell’educazione alla sostenibilità, quella cultura che è necessaria ed indispensabile.

qui il post di Gianfranco Amendola

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup