Back
Siria guerra inverno

Siria, le famiglie devono scegliere “o cibo o riscaldamento”

Tra inverno in arrivo, l’emergenza climatica che dispiega i suoi effetti, la guerra che continua e la minaccia del Covid-19, in Siria c’è la tempesta perfetta. Una situazione che mette a rischio-fame milioni di persone, perché la povertà resta in flagello, nonostante i riflettori dei media internazionali siano rivolti altrove.

L’ultimo allarme è stato lanciavo dal World food programme (Wfp), il programma alimentare mondiale, attraverso il direttore esecutivo, David Beasley, che ha concluso una visita di tre giorni in Siria. Il messaggio è chiaro: sempre più persone “sono nella morsa della fame”, raggiungendo il massimo dall’inizio della guerra in Siria. Sul contesto incide inevitabilmente la pandemia, a cui si somma l’arrivo della stagione più fredda.

Siria: aumento record della malnutrizione

Siria Guerra edificio distrutto

Siria: un edificio distrutto dalla guerra
Foto di Carabo Spain da Pixabay

Il quadro di partenza, comunque, non era dei migliori. L’ultimo rapporto, risalente ad agosto, era stato chiaro: circa 12 milioni e mezzo di siriani si trovano in condizioni di insicurezza alimentare. In pratica il 60 per cento della popolazione, che ancora vive in Siria. “Si tratta di un aumento di 4,5 milioni solo nell’ultimo anno”, ha sottolineato il dossier pubblicato dal Wfp. “Anni di conflitto, sfollamento, aumento dei prezzi del cibo e un calo del valore della sterlina siriana – prosegue la ricerca – hanno influito sulla vita e sullo stato nutrizionale di alcune delle persone più vulnerabili del paese, tra cui donne e bambini”.

Il numero uno del Programma ha toccato con mano la drammaticità della situazione. “Le madri mi stanno dicendo che con l’imminente inverno si trovano tra l’incudine e il martello: o danno da mangiare ai loro figli e li lasciano congelare, o li tengono al caldo e li lasciano affamati”, ha denunciato Beasley. “Non possono permettersi né carburante né cibo”, ha sottolineato. Ad Aleppo, la testimonianza di una donna non lascia spazio a interpretazioni: negli ultimi quattro mesi non ha potuto procurare cibo fresco, latte o uova per i suoi figli. Quindi ha dovuto prendere decisioni difficili, “come decidere quale dei miei figli dovrebbe mangiare in base a chi è più fragile e malato”. Ma la conclusione è drammaticamente scontata: di questo passo tutti scivoleranno nella malnutrizione. 

La siccità spinge in alto i prezzi

Il settore agricolo del Paese non riesce a soddisfare le esigenze della popolazione: i prezzi dei generi alimentari hanno raggiunto livelli mai visti nello scorso mese di settembre. E qui incide il dramma dell’emergenza climatica, che si è manifestata sotto forma di una pesante siccità. Le precipitazioni sono al minimo e i livelli bassi del fiume Eufrate stanno colpendo circa 3 milioni e mezzo di persone. La conseguenza è devastante: il costo degli alimenti di prima necessità è più che raddoppiato rispetto allo scorso anno. E le famiglie medie non possono permettersi l’acquisto dei cibi di base.

Come se non bastasse, la pandemia di Covid-19 ha ulteriormente indebolito l’economia, anche dei partner economici storico, come il Libano. Il Paese dei Cedri sta attraversando una fase socio-economica durissima. Sembrano storie lontane, eppure coinvolgono da vicino l’Occidente, anche al di là delle ragioni umanitarie. “La storia ci ha mostrato che se non aiutiamo le persone prima che diventino indigenti, prenderanno misure drastiche e assisteremo a migrazioni di massa”, ha avvertito Beasley.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup