Back

Si chiama Ellen il traghetto piu potente del mondo

Dall’agosto dello scorso anno , il traghetto Ellen collega due isole danesi. Dunque il traghetto ha terminato quello che per una automobile si chiamerebbe il periodo di rodaggio. La cosa particolare di questo traghetto è che lo fa senza rumori e senza fumo perché Ellen è il traghetto elettrico al 100% più potente al mondo e sta aprendo la strada a una concreta trasformazione del traffico marittimo.

Nel suo porto d’origine sull’isola danese di Ærø, Ellen carica i passeggeri e ricarica le batterie. Una volta scollegata, la nave da 750 tonnellate e circa 60 metri di lunghezza, parte per uno dei suoi cinque viaggi giornalieri verso un’isola vicina.

Questo progetto è stato cofinanziato dall’Unione Europea in collaborazione con gli isolani desiderosi di raggiungere la neutralità del carbonio. Non è il primo traghetto elettrico ma, come spiega Trine Heinemann, coordinatrice del progetto E-ferry, ma ci sono due motivi per cui è così speciale:

In primo luogo, siamo completamente elettrici, quindi non c’è petrolio a bordo per far funzionare qualsiasi cosa sulla nave. Il secondo motivo per cui siamo speciali, è la distanza che percorriamo, che è di 22 miglia nautiche (40,744 chilometri,ndr). È sette volte quella percorsa dalle navi esistenti. E più lunghe sono le distanze che iniziate a coprire, più la nostra tecnologia diventa utilizzabile. E penso che in Europa sia circa l’80% del trasporto su traghetto che può essere coperto in un raggio di 22 miglia nautiche“.

Un’altra caratteristica degna di nota è che ad Ellen viene iniettata l’eccedenza delle turbine eoliche di Ærø, che producono il 130% dell’elettricità necessaria sull’isola.

I traghetti sono oggi i maggiori inquinatori dell’isola ed Ellen risparmierà 2.000 tonnellate di emissioni di CO2 all’anno.

Si chiama Ellen ma è un traghetto elettrico che non fa nè rumore nè fumo: le batterie

Sotto lo scafo di questo traghetto ci sono quattro motori silenziosi e 56 tonnellate di batterie agli ioni di litio con una capacità di 4,3 megawattora. Ma non c’è un generatore d’olio di riserva.

Riserviamo sempre una certa quantità di energia in ogni vano batterie“, dice Heinemann. “Quindi, se si perde un locale batterie o si deve spegnere per qualche motivo, nell’altro locale rimarrà sempre energia sufficiente per tornare al porto o per fare tutte le procedure di emergenza che potrebbero essere coinvolte in un’emergenza in mare“.

Al piano superiore, ha tutti i comfort di un traghetto classico, con l’ulteriore vantaggio di non sentire rumori o odori, garantendo una traversata tranquilla per i passeggeri.

Il capitano Thomas Larsen, dice che l’equipaggio ha preso rapidamente confidenza con questo nuovo strumento:

In realtà, i motori elettrici sono più potenti perché abbiamo la coppia massima dal fondo, quindi è abbastanza bello. Si può quasi guidare come un motoscafo“.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup