Back

Scienza e sviluppo sostenibile, un equilibrio delicato

La sostenibilità, un argomento all’ordine del giorno. Gli obiettivi che ci poniamo sono molti, ma non pensiamo mai alle possibilità della Terra. Vogliamo raggiungere un risultato, ma non sempre la Terra ce lo permette: ha i suoi limiti, per non parlare del fatto che molti di questi sono una nostra colpa dovuta all’eccessivo sfruttamento di tutto ciò che ci ha messo a disposizione.

Mentre il mondo lavora per raggiungere i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite entro il 2030, è vitale che la ricerca dello sviluppo sostenibile sia intrapresa entro i limiti assoluti di ciò che la Terra può sostenere.

Le emissioni di carbonio sono solo uno dei tanti modi in cui gli esseri umani hanno un impatto sull’ambiente. Lo sviluppo sostenibile autentico deve quindi evitare di mettere in pericolo altri sistemi cruciali di supporto alla vita planetaria, come la biodiversità, i nutrienti del suolo e l’acqua dolce. Laddove gli SDG possono fornire una visione di un mondo in cui prosperano sia gli ecosistemi umani che naturali, gli obiettivi basati sulla scienza possono quantificare ciò che questo mondo sembra in pratica. Ma la scienza, con il suo correre frenetico verso continue nuove scoperte, può aiutarci davvero nello sviluppo sostenibile?

Entrano in gioco una serie di collaboratori tra cui il Global Compact delle Nazioni Unite che sono alla base dell’iniziativa Science Based Targets (SBTi), che ha introdotto obiettivi quantificabili basati su solide basi scientifiche. È stato adottato da 169 grandi società per affrontare i cambiamenti climatici. Lise Kingo, CEO e Direttore esecutivo del Global Compact delle Nazioni Unite, ha collegato obiettivi scientifici per la realizzazione del SDG 13 (Combattere il Cambiamento Climatico).

La rete di obiettivi basati sulle scienze si è formata per sviluppare un quadro e obiettivi per una serie di sfide ambientali. È in corso una serie di iniziative per promuovere obiettivi basati sulla scienza in altre aree. Una di queste è un progetto commissionato dal WWF NL e il produttore di alimenti e bevande Alpro per lo sviluppo di metodologie per la definizione di obiettivi scientifici per la biodiversità, l’acqua, l’uso del suolo e di sostanze nutritive attraverso un progetto pilota con catene di mandorle e soia Alpro.

 

Un consorzio di istituti di ricerca coordinato da esperti di sostenibilità, Metabolic ha collaborato con WWF NL e Alpro al progetto. Brian Shaw, consulente per la sostenibilità metabolica, ha dichiarato che il progetto potrebbe contribuire a risolvere le sinergie e gli scambi tra SDG 2 (Zero fame), che richiederà un aumento della produzione alimentare, e SDG 15 (La Vita Sulla Terra), che mira a proteggere gli ecosistemi naturali.

La scienza può essere quindi molto utile. L’uso di obiettivi basati su questa ci permettono di capire come un paesaggio dovrebbe essere per funzionare come un ecosistema, fornendo una chiara indicazione dello spazio che si deve coltivare e produrre il materiale di cui si ha bisogno. La Terra è quella che è. Non siamo mai riusciti a sfruttare in modo sano il nostro pianeta anzi, l’abbiamo solo reso limitato. Ecco perché tali obiettivi forniscono un percorso per ottimizzare gli SDG in uno spazio planetario appunto limitato.

Esaminando attentamente l’impatto di un’azienda nel contesto dei nove confini planetari che il mondo non può permettersi di attraversare, il percorso verso lo sviluppo sostenibile diventa più chiaro. Tornando all’esempio dell’azienda Alpro, un punto chiave dello studio ha incluso il modo in cui le sue fattorie di mandorle potrebbero capitalizzare la loro ubicazione vicino a foreste mediterranee, boschi e tipi di ecosistemi minacciati a livello globale introducendo misure nelle proprie fattorie per creare corridoi di biodiversità che aumentino la connettività con gli habitat naturali circostanti.

Maria Noce Forti

and

About the Author / Max Opray

Max Opray is a content specialist with sustainability consultants at Metabolic. Based in Amsterdam, Metabolic helps businesses, governments and non-profits find innovative ways to tackle global sustainability challenges and advance the circular economy.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup