Back

Sanchez, la coerenza al potere

Socialisti e Podemos vincono le elezioni in Spagna ma formare un Governo ora diventa un rebus. Infatti né le sinistre unite né i due partiti di centrodestra (nemmeno aggiungendo Vox) raggiungono i 176 seggi necessari per governare.

Pedro Sanchez, 47 anni,comunicativo, radioso, piacente ha  conquistato l’elettorato garantendosi la possibilità di essere successore di se stesso come primo ministro. Alle doti personali si sommano aspetti politici essenziali: un marcato profilo progressista e la capacità di dialogare con chiunque, compresi i partiti catalani. Tutti, tranne con il Partito popolare (Pp). Sì, perché Sanchez è riuscito a vincere le elezioni anche grazie a una qualità difficile da trovare in politica: la coerenza. Nell’ottobre 2016 si era infatti dimesso da segretario dei socialisti, in seguito all’accordo che il Psoe aveva stipulato con i popolari di Mariano Rajoy per garantire la formazione di un governo guidato dall’allora leader del Pp. Sembrava l’inizio della fine di una giovane stella della politica spagnola: invece è stata la mossa vincente, il momento della rinascita.

Sanchez, alle successive primarie socialiste del maggio 2017, ha sconfitto nettamente l’avversaria, Susana Diaz, nonostante l’avversione dell’establishment del partito. Il 49% dei voti (contro il 40% della Diaz) sono stati un’investitura totale, che ha ridato vigore all’immagine e quindi all’azione di Sanchez. La scalata verso la Moncloa, sede della presidenza del governo a Madrid, è proseguita nei mesi successivi con la presentazione di una mozione di sfiducia al suo avversario storico, Mariano Rajoy. Il Partito popolare, travolto da una sentenza per una scandalo di corruzione, ha subito il colpo. E l’1 giugno la Camera ha approvato la sfiducia al premier, rendendo automatica la nomina di Sanchez come primo ministro. Fino almeno alla crisi di governo sulla legge di bilancio, che ha portato il Paese alle elezioni del 28 aprile.

Il programma di Sanchez

Sanchez ha condotto i socialisti alla vittoria con un chiaro progetto: collocare il partito a sinistra, intesa come una sinistra moderna e capace di rinnovarsi. In questo modo ha scongiurato il sorpasso dell’alleato-concorrente, Unidos Podemos guidato dalla coppia Iglesias-Montero. Anzi lo spostamento su posizioni progressiste ha permesso il dialogo, e quindi un’intesa, con il partito nato per contestare, da sinistra, il Psoe oltre che l’intera classe dirigente. La manovra dello scorso anno, infatti, era incentrata sul salario minimo e la tassazione dei patrimoni per i più ricchi.

Ma nel dettaglio cosa prevede il programma di Sanchez? Molte cose, ovviamente impegnative: diritti alle donne, con un evidente accento femminista in un Paese non proprio aperto sotto questo profilo, aumento del diritto dei lavoratori, con una riforma delle politiche attive e il contrasto al precariato, la lotta alla corruzione e all’evasione, una piaga sociale per la Spagna.

E ancora: ambiente, con l’impulso al Green New Deal per la transizione energetica; la riforma del sistema sanitario, attraverso l’impiego di sistemi tecnologici per garantire un servizio migliore; gestione dei flussi migratori con un’azione europea in grado di fornire un’adeguata accoglienza a chi scappa da Paesi in guerra. E, ultimo ma non per ultimo, la soluzione del caso-Catalogna. Insomma, un programma ricco, con l’incognita dei numeri per formare una maggioranza. Ma che Sanchez ha illustrato con un intento, più unico che raro in questa fase storica: conservare un approccio europeista.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup