Back
San Quirico d'Orcia

San Quirico d’Orcia e gli Horti Leonini: storia, arte, cultura, bellezza

Lungo l’antica Via Francigena – quella che da Canterbury porta a Roma e ritorno – e in provincia di Siena, si trova un borgo medievale chiamato San Quirico d’Orcia nella rispettiva Val d’Orcia. Tra Montepulciano e Montalcino, zone di vini eccellenti che contribuiscono a rendere questa zona della Toscana straordinaria al di là di tutto. A San Quirico, – che era un luogo di sosta per i pellegrini e quindi molto ben fortificato come possiamo vedere oggi – Ser Diomede Leoni intorno al 1581 iniziò la costruzione di un’opera d’arte grazie al fatto che Francesco I de’ Medici gli aveva donato un pezzo di terra molto importante.

Nacquero così gli Horti Leonini, così chiamati dal loro proprietario nel primitivo senso latino di tenuta agricola senza edifici, e che si possono visitare ancora oggi nella loro forma originale di classico giardino all’italiana con una disposizione a parco che fu ripresa nei secoli successivi. Il giardino ha due parti : quella inferiore, che ha la forma di un rombo e alla quale si accede attraverso un piccolo cortile in mattoni. Quest’area è circondata da mura e lecci ed è composta da aiuole triangolari delimitate da una doppia siepe di bosso; al centro si trova la statua di Cosimo III dei Medici, scolpita da Bartolomeo Mazzuoli (1688).

C’è anche un lungo viale che taglia simmetricamente il giardino e conduce a una scalinata che lo collega a un piazzale erboso in mezzo a un bosco di lecci secolari pieno di sentieri. Il viale che confina con la città conduce a un’altra entrata cinquecentesca e a una piccola area nell’angolo orientale delle mura piantata con cespugli di rose, il Roseto, che fu creato negli anni trenta.
Tra le sculture del parco, caratterizzate da una connotazione simbolica, ci sono due teste di leone sui portali d’ingresso e la testa di “Giano bifronte” sul confine tra la parte più selvaggia e il giardino formale.

San Quirico d'Orcia

@facebook Comune San Quirico d’Orcia

San Quirico d’Orcia merita una vista non solo per gli Horti Leonni: è un borgo antichissimo di probabile origine etrusca, circondato da un paesaggio di oliveti, vigneti e boschi di querce. Da vedere c’è  la Collegiata dei Santi Quirico e Giuditta, un edificio romanico, che sembra risalire all’VIII secolo. La chiesa si apre all’esterno tramite tre portali, uno dei quali – posto in direzione di Siena – è un esempio particolare e meraviglioso di gusto romanico che, per via delle decorazioni, costituisce uno dei rari esempi di stile lombardo in Toscana.  E’ bellissimo anche il primo portale di mezzogiorno, attribuito a Giovanni Pisano. All’interno, sotto un bel soffitto a capriate, si può ammirare – tra le altre opere – una pala dipinta da Sano di Pietro, pittore di scuola senese del XV secolo.

A fianco della Collegiata, c’è Palazzo Chigi, che oggi ospita il comune della cittadina. Continuando lungo Via Dante Alighieri, si arriva a Piazza della Libertà, il cuore di San Quirico. Qui vale la pena di visitare la Chiesa di San Francesco, detta anche Chiesa della Madonna, caratterizzata da vari elementi gotici, al cui interno si può ammirare una bellissima Vergine attribuita ad Andrea della Robbia. Il centro storico del borgo è particolarmente pittoresco e riporta alle atmosfere medievali grazie alle strade lastricate ed alle fontane in pietra che si trovano. Nel periodo del Ponte dell’Immacolata a dicembre a San Quirico va in scena la Festa dell’olio, una vera e propria festa dei sapori.

Da quarant’anni gli Horti Leonini ospitano anche la mostra di scultura Forme nel Verde, un evento di rilevanza internazionale e che ha il merito di proporre il tema degli interventi contemporanei nel verde storico, che si svolge dall’alba al tramonto da luglio a novembre in genere.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup