Back

Regali e Albero di Natale ambientalista: il nuovo corso degli italiani

A Natale i regali diventano sempre più sostenibili, con un incremento di acquisto dei prodotti a chilometri zero. In Italia, infatti, continua cresce attenzione verso la qualità e di conseguenza verso l’ambiente, oltre che apportare benefici all’economia locale. “Sette italiani su dieci frequentano quest’anno i tradizionali mercatini di Natale che si moltiplicano nelle piazze italiane con il weekend dell’Immacolata e che offrono opportunità di acquistare regali per se stessi e per gli altri da mettere sotto l’albero”, ha rivelato la Coldiretti dopo un’indagine svolta da Ixè.

Mercati di Natale al top

I mercatini di Natale sono il volano di questa nuova tendenza. L’attenzione si concentra soprattutto sugli alimenti, puntando principalmente sulla qualità e la certezza che il prodotto arrivi direttamente dal produttore, senza alcun impatto ambientale dovuto al trasporto. “Tra quanti frequenteranno i mercatini solo il 5% infatti non fa alcun acquisto, mentre ben il 50% spende in prodotti enogastronomici che rappresentano l’acquisto più gettonato”, ha spiegato la Coldiretti, illustrando il contenuto della ricerca condotta negli ultimi giorni. Ma non di solo cibo vive l’italiano durante il periodo natalizio: molti acquistano decori natalizi, prodotti per la casa, oggetti artigianali, capi di abbigliamento e giocattoli.

Albero di Natale al naturale

L’8 dicembre ha visto molti italiani impegnati a fare l’Albero di Natale: stando ai dati della Coldiretti è pronto nell’88% delle case con una spesa media di 42 euro. E anche in questo caso l’orientamento è stato verso la sostenibilità, nonostante resista la tentazione del sintetico: con gli alberi veri viene dato un prezioso sostegno all’equilibrio ambientale. “Abbiamo un patrimonio forestale importante che copre il 35% del nostro territorio. Su quasi 590mila ettari ci sono gli abeti rossi da cui, autorizzati dal servizio forestale, sono tagliate le cime utilizzate per gli alberi di Natale”, ha sottolineato Giulio Rocca, presidente della Federazione nazionale Risorse Boschive e Coltivazioni legnose. “Con questa potatura si garantisce la sopravvivenza e la buona salute dei nostri boschi – ha aggiunto entrando nel dettaglio –  un patrimonio importante per mantenere le coltivazioni in aree di montagna, che svolge funzione di salvaguardia dell’ambiente, oltre a tutelare il suolo difendendolo dalle erosioni e dalle frane”.

Come smaltire l’Albero di Natale

Da questa riflessione ecco l’allerta lanciata da Francesco Mati, presidente della Federazione nazionale Florovivaistica: “Attenzione agli alberi di plastica. Molti sono di dubbia provenienza, possono rilasciare particelle nocive negli ambienti chiusi, compromettendo la salubrità dell’aria nelle nostre case”. “La maggior parte di questi – ha aggiunto Mati – viene prodotta all’estero e potrebbe anche contenere cloruro di polivinile o PVC che, come noto, rilasciano sostanze pericolose. Soltanto gli alberi veri sanno creare profumi e atmosfere: moltissime sono le varietà da consigliare, dall’abete Rosso a quello Bianco o al Nordmanniana”. Il consiglio successivo degli esperti è quello di fare poi attenzione allo smaltimento dell’albero, individuando le stazioni ecologiche e i punti di smaltimento.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup