Back

Recupero “interattivo” dell’arte, grazie al FAI

Recupero “interattivo” dei beni culturali grazie al FAI (Fondo Ambiente Italiano). Ecco come la tecnologia digitale e la multimedialità vengono in soccorso della bellezza.

Foto: Nitida Immagine

Una bellezza tornata alla luce

In Val di Sole, magnifica valle del Trentino adiacente alle Dolomiti Brentane, si trova un autentico gioiello: la Casa degli Affreschi di Ossana. Si tratta di una particolare struttura architettonica al cui interno si trova un ciclo pittorico datato al XV secolo. Quando nel 2000 sono stati rimossi l’intonaco e il rivestimento in legno, sono emersi dei meravigliosi affreschi che per ben tre secoli erano rimasti “invisibili”.

Il gioco di squadra fa vincere tutti

L’iniziativa fa parte di un progetto più ampio (di cui avevamo già portato un esempio): i Luoghi del Cuore, promosso e realizzato dal FAI in collaborazione con Intesa San Paolo. In questo caso sono stati stanziati 10300 euro per consentire ai visitatori la visione degli affreschi, nonostante il sito sia ancora oggi inaccessibile a causa delle pessime condizioni.

Tra i contributori del progetto devono vi sono la Soprintendenza per i Beni culturali della Provincia Autonoma di Trento, l’Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Peio e Rabbi, il Consorzio BIM dell’Adige, Funivie Folgarida e Marilleva spa. Ecco cosa è stato escogitato per il recupero di questo scrigno di bellezza.

La tecnologia digitale in soccorso dell’arte

L’agenzia di comunicazione Nitida Immagine srl di Cles, piccolo comune in provincia di Trento, ha progettato e realizzato un’installazione interattiva che consente ai visitatori di visualizzare virtualmente l’interno e le opere della Casa degli Affreschi. L’installazione è stata posizionata nel Castello di San Michele, situato non distante, sempre nel comune di Ossana. Su delle pareti realizzate ad hoc, saranno riprodotte le immagini degli affreschi mediante l’utilizzo della tecnologia digitale.

 

Il visitatore potrà vedere, riprodotte a grande scala, figure allegoriche delle Virtù, cardinali e teologali, teorie di Santi. Ma come abbiamo detto, nei dipinti originali che decorano il primo piano della Casa degli Affreschi non sono raffigurati solo soggetti religiosi, ma anche scene di caccia e di vita cortese. 

Un progetto di recupero che ne ha ispirati molti altri

L’impatto visivo è particolarmente suggestivo. Il risultato di questo intervento di “valorizzazione multimediale” non solo recupera una perla dell’arte altrimenti dimenticata, ma offre al visitatore l’opportunità di fare un’esperienza interattiva emotivamente coinvolgente. E non solo. Sulla scia di questa iniziativa sono nati numerosi progetti di valorizzazione di altri siti del territorio, tutti aventi la tecnologia digitale come asso nella manica.

Luciano Dell’Eva (foto), sindaco di Ossana, non nasconde la felicità per la riuscita di questo progetto al tempo semplice e avanzato: “Sono felice che da oggi in poi si possa visitare la Casa degli Affreschi anche solo virtualmente. Questo progetto ben riuscito e realizzato con l’aiuto del FAI aiuterà a far conoscere questa casa oltre che a sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica a prendersi in carico un edificio molto importante per la storia della valle e del Trentino”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup