Back
cammini d'Italia

Recuperare foreste e paesaggi: l’impegno della FAO

Recuperare foreste e paesaggi. E’ un’idea, anzi un progetto concreto dell”Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) che sta spingendo il mondo a intensificare gli sforzi nel prossimo decennio, con l’obiettivo di recuperare 350 milioni di ettari di terre degradate e disboscate, un’area più grande dell’India in totale.

Il mondo ha fatto notevoli progressi nell’ultimo decennio, secondo la nuova edizione della rivista forestale internazionale della FAO Unasylva, intitolata Restoring the Earth – the next decade, dal momento che 63 Paesi, governi subnazionali e organizzazioni private si sono già impegnati a ripristinare 173 milioni di ettari di foreste e paesaggi, e le risposte regionali stanno facendo progressi significativi in Africa e in America Latina.

Recuperare foreste e paesaggi – License: Free for personal & commercial use

Raccogliere la sfida
L’obiettivo è quello di vincere la “Bonn Challenge“, la più grande iniziativa di ripristino volontario del paesaggio forestale del mondo, lanciata nel 2011. Si tratta di un obiettivo globale che prevede il ripristino di 150 milioni di ettari di terre degradate e disboscate entro il 2020 e di 350 milioni entro il 2030.

Secondo gli autori di un articolo della rivista, “Le società di tutto il mondo dovranno essere convinte dell’imperativo del ripristino globale di paesaggi e foreste attraverso un’argomentazione economica razionale, la compassione per le generazioni attuali e future e un legame emotivo con la natura“.

Il numero di Unasylva esamina le prospettive per affrontare la sfida di Bonn e i meccanismi per misurare e accelerare il progresso, ed esamina il lavoro in corso in Cina, Kenya, Brasile, Madagascar, Cambogia, Cambogia e Sao Tome e Principe.

Si discute anche di come si possano intensificare i lavori di restauro, comprese le varie iniziative in corso per aumentare i finanziamenti e potenziare gli stakeholder locali e l’assistenza tecnica.

Recuperare foreste e paesaggi – License: Free for personal & commercial use

Un potenziale enorme
Questi hanno un enorme potenziale da integrare grazie alla loro economicità, adattabilità, applicabilità a molti ecosistemi e contesti e facilità di implementazione”, c’è scritto nell’editoriale di apertura di Unasylva.

L’anno prossimo inizia il Decennio delle Nazioni Unite sul ripristino degli ecosistemi, un appello alla protezione e alla rinascita degli ecosistemi in tutto il mondo, che va dal 2021 fino alla scadenza degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG) nel 2030. Un periodo, quello dal 2021 al 2030 del quale fa parte il Decennio del Mare del quale Impakter Italia ha dato conto e che seguirà con particolare attenzione

C’è una grande opportunità per il processo della Sfida di Bonn e le sue piattaforme regionali che contribuiscono a fornire un modello per gli aspiranti attori di abbracciare o rafforzare gli sforzi di ripristino in altri ecosistemi, come le zone umide e le barriere coralline“, hanno scritto alti funzionari dell’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura in uno degli articoli di Unasylva.

L’impegno della FAO – che al momento non riguarda l’Italia –  ha a che fare anche con la questione del consumo e perdita del suolo, argomento che sulle pagine del nostro giornale abbiamo trattato più volte perchè ci tocca da vicino e crea problemi di grande drammaticità nel nostro Paese.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup