Back

Rasiglia, la piccola Venezia dell’Appennino umbro

Rasiglia, il borgo “quasi” fantasma che sembra una Venezia in miniatura immersa nel verde tra Assisi, Spoleto e i Monti Sibillini.

Rasiglia, un dedalo di vicoli, edifici in pietra e corsi d’acqua

Il Borgo di Rasiglia è una frazione montana del comune di Foligno, in provincia di Perugia. Siamo nel cuore del “cuore d’Italia”. Situato nella valle del fiume Menotre, il borgo è costellato di edifici in pietra che anticamente sono stati mulini, lanifici e tintorie dove venivano lavorate stoffe pregiate.

L’abitato è un dedalo di vicoli e piccoli corsi d’acqua, caratteristica unica tra i villaggi montani dell’Umbria. Tanto da farlo sembrare una “Venezia in miniatura” incastonata nell’Appennino umbro.

 

Già menzionato fin dal dodicesimo secolo, è stato un centro vitale per moltissimo tempo. Almeno fino al secolo scorso, quando con l’approssimarsi del boom economico i lanifici si trasferirono nella vicina e più grande Foligno. Poi, nel 1997, il colpo di grazia: il terremoto. Oggi resistono 61 abitanti: appena 17 nel centro storico e 54 nelle abitazioni circostanti.

Un spiraglio di luce dopo l’oblio

Oggi il Borgo di Rasiglia sta uscendo lentamente dall’oblio. Grazie all’intervento sia pubblico che privato, alcuni edifici sono stati oggetto di ristrutturazione. Sono sorte così nuove abitazioni e alcune strutture ricettive. Questo è stato molto importante.

Il ritorno del turismo, sebbene si parli di poche unità, ha ridato nuovo slancio al borgo. il visitatore si trova davanti ad “un contesto paesaggistico di assoluta bellezza”, dove è possibile ammirare “canali, gallerie, chiuse, sfioratori e vasche di carico sapientemente restaurate, insieme ai lanifici con i macchinari d’epoca ancora incredibilmente al loro posto”.

Il FAI in aiuto di Rasiglia

Ora Rasiglia può contare anche sull’aiuto del FAI (Fondo Ambiente Italiano). Nell’ambito dell’iniziativa i Luoghi del Cuore, promossa dal FAI, il borgo fu già votato nell’edizione del 2016. In quella del 2018 ottenne 32.120 voti, arrivando così al 5° posto e soprattutto aggiudicandosi un contributo di  23.000 euro che serviranno a finanziare un progetto di valorizzazione.

A questo risultato ha contribuito soprattutto il comitato “Tessere insieme”, creato ad hoc dall’Associazione di promozione sociale “Rasiglia e le sue sorgenti”. Come tutti i membri tengono a sottolineare, è stato il gioco di squadra e il profondo amore per questa terra bella e martoriata a rendere possibile questo piccolo grande successo.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup