Back
Quirinale

Quirinale: dov’è il diritto delle donne di essere Presidente?

Quirinale: è certamente insieme al Covid ed alla sua variante omicron, l’argomento di questi giorni. Chi sarà il prossimo Presidente della Repubblica? E se fosse un Presidente donna?. Su questo per adesso in tanti hanno fatto un ragionamento ma è parso un mero esercizio di stile più che un’ipotesi concreta cui dar seguito. E pochi i nomi emersi tra quelli fatti dai partiti che avessero la caratteristica di essere donna. E tra questi pochi molti son sembrati di facciata.

Impakter Italia si è batte ogni giorno per il diritto delle donne di essere trattate al pari degli uomini in ogni ambito professionale, lavorativo, politico, sociale, umano: il mondo ha dimostrato che da anni è pronto per Presidenti donna anzi, sono in crescita le donne di potere reale. Possibile che nella sola Italia, la culla della cultura, la sede della civiltà dell’arte della storia e bla,bla.bla non esista nemmeno il dibattito se una donna possa diventare inquilina del Quirinale?

Su FuturaNetwork, un magazine di riflessione mensile dell‘Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, è uscito un articolo a firma di Annamaria Vicini dal titolo illuminante in questo senso:”Il difficile cammino delle donne in politica. La storica frattura tra mondo femminile e partiti pesa sull’emergere di nomi per la candidatura al Quirinale. Il silenzio assordante delle donne impegnate e l’appello di Emma Bonino alle giovani.” La Vicini analizza tutti gli ostacoli che impediscono alle donne di emergere nella vita politica sino ad assumere ruoli di comandi ed indirizzo veri senza fermarsi ai piani intermedi.

Quirinale

@pixabay

Ecco come inizia l’articolo dellaVicini:

Non è dato sapere, al momento in cui scriviamo, se l’Italia avrà un o una Presidente della Repubblica.

Tuttavia il tormentone per “una donna al Quirinale” (una qualsiasi?), che ha tenuto banco in queste ultime settimane sui media e nei dibattiti pubblici e privati, ha rivelato l’esistenza di un problema di leadership femminile in ambito politico-istituzionale. Non perché non ci siano donne all’altezza del ruolo, ma per la difficoltà di trovare candidate con le necessarie competenze e con possibilità numericamente concrete di essere elette, oltre che possibilmente riconosciute come leader portatrici di interessi dell’universo femminile.

La carenza di leadership rimanda a un problema più generale che riguarda le candidature e il numero di elette. A questo proposito una conferma era venuta dai risultati delle ultime elezioni amministrative: solo 18 candidate su 73 nei capoluoghi di regione, 30 su 162 considerando anche gli altri capoluoghi di provincia. E le elette? Prima della consultazione erano 10 i comuni capoluoghi di provincia con una donna alla guida, pari al 9,26%, percentuale ridottasi ulteriormente al 5,56% dopo le votazioni.

Un arretramento preoccupante, considerando anche che l’ambito amministrativo è forse quello che le donne sentono come più congeniale e più affine alla propria sensibilità, in quanto maggiormente a contatto con i problemi quotidiani delle persone e gratificato da una più facile e immediata constatazione degli obiettivi raggiunti. Ancor più preoccupante, poi, se consideriamo che in ambito parlamentare si era verificato negli ultimi anni un incremento che aveva fatto ben sperare, pur restando l’Italia al di sotto della media europea.

Sono diversi i fattori che ostacolano la carriera delle donne in politica: da quelli legati agli impegni di cura in ambito familiare, alla minore disponibilità di fondi per le campagne elettorali, all’educazione meno competitiva e scarsamente proattiva riservata alle bambine rispetto ai coetanei maschi, agli stereotipi culturali che vedono l’impegno pubblico come un tratto poco consono rispetto alle caratteristiche tradizionali del femminino”.

Qui per leggere l’articolo completo su FuturaNetwork

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup