Back

Quanta plastica butta ogni giorno ognuno di noi?

Come possiamo calcolare quanta plastica buttiamo via in un giorno, in un anno? Milioni di animali in pericolo di estinzione vengono uccisi ogni anno dall’inquinamento da plastica, quindi la necessità di risolvere questo problema non è mai stata così urgente. #PlasticFreeJuly,è un movimento globale chiede di riflettere sulla quantità di rifiuti di plastica di cui siamo responsabili.

Uno studio dell’Università di Santa Barbara in California, ha scoperto che meno del 10% di tutta la plastica prodotta è stata riciclata, con il risultato di oltre 8,3 miliardi di tonnellate di rifiuti (circa le dimensioni di 50 milioni di balene blu). Una questione quella dei rifiuti in generale che ha a che fare con l’obiettivo 12. Introdurre modelli responsabili di produzione e di consumo, dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030.

License: Free for personal & commercial use

Il calcolatore di rifiuti domestici

Bower Collective, un negozio online one-step per prodotti per la casa ricaricabili, ha lanciato un calcolatore di rifiuti in plastica giusto in tempo per Plastic Free July. Il calcolatore guida attraverso le diverse stanze della casa di uno di noi, confrontando i tipi di prodotti che utilizziamo. Fornisce poi un quadro generale del nostro consumo di plastica, insieme a suggerimenti per ridurne l’uso. Per dare un’idea ci scrive ha fatto il calcolo e con orrore ha scoperto che la sua produzione di plastica non alimentare è di 5.87 chili all’anno…

La nostra intenzione con questa calcolatrice non è quella di urtare le persone o farle vergognare del loro consumo. Si tratta semplicemente di evidenziare la questione in modo relazionabile e di inserirla nel più ampio contesto nazionale“, spiega Nick Torday, co-fondatore di Bower Collective.

Il quale spiega ancora:”Nonostante mi consideri piuttosto eco-consapevole, sono rimasto scioccato nel vedere quanti rifiuti di plastica produco ogni anno. La mia inclinazione per i prodotti per la cura della pelle sta prendendo il sopravvento, con la mia famiglia che produce 24,24 kg di rifiuti di plastica non alimentare all’anno. È venuto fuori che, anche se ho acquistato con molta attenzione prodotti in imballaggi “riciclabili”, la maggior parte dei componenti per la cura della pelle non può essere riciclata a causa delle loro dimensioni”.

License: Free for personal & commercial use

Ed ancora:”Se tutti nel Regno Unito producessero la stessa quantità di rifiuti di plastica che io produco di anno in anno, il peso sarebbe lo stesso di 4.900 balene blu, potrebbero riempire 232.000 piscine olimpiche, o fare il giro della terra più di 400 volte. Il cibo è la fonte più ovvia di plastica monouso della mia vita, quindi ho lavorato attivamente per evitarlo ogni volta che è stato possibile. Ma vedere che c’erano altri 24 kg di rifiuti di plastica nascosti nella mia casa ha davvero messo in evidenza la portata del problema.

I risultati sono stati per me un utile promemoria per pensare più attentamente all’imballaggio di tutto ciò che compro, e mi rivolgerò alle opzioni ricaricabili dove possibile. È importante ricordare che solo perché qualcosa è teoricamente riciclabile, questo non garantisce che sia effettivamente riciclabile”.

License: Free for personal & commercial use

I rifiuti di plastica della pandemia da Coronavirus

L’attuale pandemia di coronavirus sta anche portando a un serio aumento della domanda di plastica monouso, poiché le persone si affidano ai DPI (Dispositivi di Protezione Individuali) come maschere e guanti per aiutare a contenere la diffusione del virus. Un recente sondaggio condotto da City to Sea ha rilevato, per esempio, che il 36% degli inglesi si sente spinto a usare più plastica monouso al momento.

Cosa si può fare per il sempre crescente inquinamento da plastica? Uno dei primi passi è capire quanta plastica usiamo effettivamente ogni giorno. Anche abbandonare le bottiglie d’acqua di plastica e convertito le cannucce di plastica in cannucce di metallo, potrebbe non essere sufficiente a garantire la “disintossicazione” dalla plastica.

Ecco perchè un negozio come Bower Collective può offrire una soluzione per integrare comportamenti sostenibili nella nostra vita quotidiana. Fondata da Nick Torday e Marcus Hill, che hanno un background di sostenibilità, Bower permette ai clienti di acquistare i prodotti preferiti per la casa e la cura della persona in contenitori di vetro ricaricabili. L’azienda utilizza un sistema di ricarica a “circuito chiuso”, inviando ricariche di prodotti in sacchetti di plastica, che vengono poi restituiti, sterilizzati e riutilizzati.

 

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup