Back

Prima di puntare a zero rifiuti, otto consigli per iniziare

L’obiettivo di arrivare a zero rifiuti è ormai diventato comune per molte famiglie. A tutti piacerebbe contribuire a ridurre i rifiuti dentro casa ma come dice Kathryn Kellogg “non è una cosa che si può fare dalla mattina alla sera”. La 25enne blogger americana ha intrapreso questa strada quando al college le hanno diagnosticato diversi tumori al seno. “Tutta questa esperienza mi ha fatto pensare a quello che ho messo dentro e sul mio corpo. Non ci avevo mai pensato prima; pensavo solo che tutto ciò che stavo consumando fosse sicuro. Quello che ho imparato è che ci sono pochissime regole e test per molti dei prodotti che acquistiamo, come i prodotti di bellezza e i prodotti per la pulizia. Molti di questi prodotti contengono perturbatori endocrini che interferiscono con i nostri ormoni. Mi sono sentita molto motivata a prendere il controllo della mia salute, a cercare di bilanciare i miei ormoni e ad alleviare naturalmente il mio dolore”.

La Kellogg, per tornare al viaggio verso l’obiettivo zero rifiuti, suggerisce otto azioni da fare prima di intraprendere quel percorso, per essere davvero preparati.

1. Non devi mettere la tua spazzatura in un secchio da muratore:
Usare un secchio da muratore come cestino della spazzatura non è realistico per la maggior parte delle persone. Tutto ciò che fa è farti sentire inadeguato quando non riesci a mettere tutta la tua spazzatura in quel minuscolo vasetto. E, fidatevi di me…… non importa quale sia la spazzatura che vi sforzerete di metterci.

E, quando iniziate a sentirvi costantemente male per non aver raggiunto questo obiettivo irrealistico, è molto più probabile che vi arrendiate. Questo fa sì che andare a zero sia uno spreco di lavoro, cioè non è divertente. E chi vuole continuare a fare qualcosa che non è divertente?

Voler vivere in modo più sostenibile non è una dieta d’emergenza, è un cambiamento di stile di vita. Quindi, rilassatevi. Lasciate andare le aspettative irrealistiche. Fate del vostro meglio e dimenticate il secchio della spazzatura.

2. Non andrai a zero rifiuti durante la notte:

Agli esseri umani piace passare da zero a 200 in 1,1 secondi. La maggior parte di noi gira un interruttore e vuole azzerare gli sprechi ed essere sostenibile immediatamente.

Naturalmente, questo è praticamente impossibile. Stavo già vivendo una vita a bassissimo livello di rifiuti prima di decidere di fare il salto alla vita a zero rifiuti, e mi ci sono voluti circa tre mesi per costruire sistemi per ridurre ulteriormente la mia spazzatura.

Questi “sistemi” includono cose come trovare dove fare la spesa, ricordare di portare le mie borse al supermercato, prendere l’abitudine di ricordarmi della mia bottiglia d’acqua riutilizzabile, ecc.

Tutte queste cose sono routine a questo punto, non mi rendo nemmeno conto di farle, ma c’è stato un periodo di tempo nel quale mi sono dovuta costruire queste abitudini.

Avrete anche un sacco di vecchie cose di plastica di cui avete bisogno per farvi strada, sia che si tratti dello shampoo attuale, delle bustine di plastica o di alcuni prodotti monouso che già possedete.

La cosa più ecologica che puoi fare è usare quello che hai già prima di passare a un’alternativa a zero rifiuti. Il lato positivo, questo vi farà risparmiare un sacco di soldi. Il lato negativo sta nel fatto che può essere impegnativo quando tutto quello che vuoi è che tutto avvenga subito ed ora!

3. Non c’è bisogno di buttare via tutte le tue cose:
È molto attraente. Potrebbe anche essere uno dei motivi per cui hai voluto vivere in modo più sostenibile. E, non c’è assolutamente nulla di male nel voler ottenere un certo look.

Certe cose, come l’estetica, possono rendere l’andare a zero rifiuti più sostenibile a lungo termine. Ho un sacco di bellissimi prodotti a zero sprechi come tiffin e scrub per piatti di bambù che mi rendono una signora molto felice.

Ma, per favore, non buttate via tutta la vostra roba perfettamente funzionante per sostituirla con “roba a zero rifiuti”! Penso che questo sia uno dei motivi principali per cui la gente pensa che vivere a zero rifiuti sia costoso. Si sentono come se fosse solo una gigantesca lista della spesa di prodotti ecologici e alla moda.

Non è così. Ho ancora le mie spazzole di plastica per il water di 8 anni fa perché sono in buona forma! Mi piacerebbe uno sciccoso scopino di bambù? Sì. Ne avrò una a breve? Probabilmente no.

Usa quello che hai, e una volta che il tuo oggetto è inutile, passa a qualcosa di più ecologico.

4. La gente si scuserà per tutto:
I tuoi amici e la tua famiglia probabilmente si scuseranno e giustificheranno tutto nella loro vita con te. Quando sono fuori con i miei amici e ricevono una bottiglia d’acqua di plastica, dicono,

“Kathryn, ti prego, non odiarmi”; “Ho avuto questa cosa per XX anni! Non sono uno sprecone, lo prometto!; “Mi dispiace tanto… sto usando piatti usa e getta alla mia festa…”, “Non guardate questo! Non vedete questo!; “Lo butto via, puoi girarti?”

E questa lista va avanti all’infinito. Ricordo sempre ai miei amici che non mi interessa. Non hanno bisogno di giustificare tutte le loro decisioni di vita con me. Quando si sceglie di andare a zero sprechi è una decisione tua e solo tua. È importante non giudicare le persone in base a ciò che hai deciso di fare per te stesso. Questo è il modo più veloce per spegnere le persone. Siate voi stessi. Siate sinceri. Continua a frequentare i tuoi amici. Con il passare del tempo, li influenzerete, ed è per questo che il punto numero 7 è probabilmente il più importante di questa lista.

5. Non tutto andrà a modo tuo il 100% delle volte:

Ricordate il tutto, la vostra spazzatura probabilmente non entrerà in un secchio da muratore? Sì, perché le cose non andranno a modo tuo il 100% delle volte.  E, va bene così. Non chiederai nessuna cannuccia e ne avrai una. Metterete gli avanzi nel vostro contenitore, ma vi porteranno comunque un vassoio di polistirolo. Dirai che hai i tuoi sacchetti alla cassa e che ti daranno comunque la plastica.

Se vivi con qualcun altro o hai una famiglia, ti ritroverai con la spazzatura nella tua vita che è totalmente fuori dal tuo controllo. Le cose non andranno a modo tuo il 100% delle volte, e devi solo fare un respiro profondo e ricordare che stai facendo il meglio che puoi ed è abbastanza buono.

Niente stress. Niente stress. Andrà tutto bene, ok?

6. Essere aperti a cambiare idea e ad imparare cose nuove:
Sono cambiata così tanto negli ultimi cinque anni. Quando ho iniziato ad andare a zero sprechi ero molto concentrato sul trash. Era così che giudicavo tutte le mie scelte di consumo – posso evitare la spazzatura?

E, penso che questa sia una prima grande domanda da porsi soprattutto se si è nuovi a una vita sostenibile. È un ottimo modo per semplificare le tue scelte in modo che siano più facili da fare e meno complesse. Tuttavia, la scelta che fa la minor quantità di spazzatura non è sempre la più sostenibile.

Se siete solo all’inizio non voglio sommergervi di troppe informazioni.

Giusto per essere chiari, penso che iniziare a guardare le cose solo dall’obiettivo della spazzatura sia un ottimo punto di partenza, ma una volta che hai capito, sii aperto a porti altre domande come l’etica nelle catene di fornitura, l’impronta di carbonio complessiva, la fine del ciclo di vita, ecc.

7. Non essere troppo duro con te stesso – abbiamo bisogno di un cambiamento di sistema:
Sì, c’è potere in una persona e azione individuale. Tuttavia, non possiamo contare su poche persone che vivono una vita *perfetta* a zero sprechi per cambiare il mondo.

L’azione individuale è importante perché dimostra che c’è una domanda nel mercato. Questo è molto importante. I cittadini devono agire in modo che le imprese e i politici possano reagire.

Ma il cambiamento non può contare su pochi individui perfetti. Anche noi abbiamo bisogno di un cambiamento di sistema. Abbiamo bisogno che i cittadini, le imprese e i politici si muovano tutti insieme per creare un cambiamento vero e duraturo.

Quindi, se non siete perfetti non preoccupatevi. State facendo il meglio che potete, semplicemente mostrando che c’è domanda sul mercato.

8. Sarete sopraffatti:
Il cambiamento climatico è travolgente, non c’è modo di evitarlo. Anche cercare di vivere uno stile di vita più sostenibile può essere travolgente. Probabilmente prima o poi ne sarete travolti.

Penso che la cosa migliore da fare sia fare un passo indietro. Prendetevi un momento, una pausa, fate anche un passo indietro! Fate qualcosa solo per voi stessi. Per me, quando mi sento super sopraffatta, ordino un pasto da asporto. Non lo faccio molto spesso, ma è qualcosa che dice solo: “Andrà tutto bene”. Il mondo non conta sul fatto che tu sia perfetto al 100%, il 100% delle volte. Sei umano”.

E, il giorno dopo, torno a farlo. Permettermi di essere sopraffatto e di non essere perfetto è il motivo per cui continuo a vivere uno stile di vita a basso spreco / zero sprechi.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup