Back
trasporti

Saranno i trasporti la chiave del futuro sostenibile

Trasporti: tutte le ricerche scientifiche di ogni istituto nel mondo, attribuiscono al settore dei trasporti una quota altissima di emissioni di Co2, dunque di gas serra e quindi di partecipazione ai cambiamenti climatici. La percentuale varia – da paese a paese – dal 25 al 29 per cento delle emissioni inquinanti. E poichè i trasporti sono un settore centrale della vita di ogni persona nel mondo, è logico che uno sviluppo che possa definirsi sostenibile debba affrontare e risolvere la questione trasporti.

Sarà certamente questo – almeno dal punto di vista della discussione – che accadrà durante la Conferenza delle Nazioni Unite sui trasporti sostenibili che si terrà a Pechino, in Cina, dal 14 al 16 ottobre. Obiettivo della Conferenza sarà quello di attirare l’attenzione sul ruolo essenziale che il trasporto sostenibile gioca nell’affrontare il cambiamento climatico, nel rilanciare l’economia e nel promuovere lo sviluppo sociale – segni distintivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e dell’Accordo di Parigi. Il trasporto sostenibile può promuovere una buona salute, migliorare la sicurezza alimentare, affrontare il cambiamento climatico e dare potere a donne e ragazze.

In tutto il mondo, i paesi stanno usando il potere della tecnologia e dell’innovazione per migliorare i loro sistemi di trasporto in modo che siano sostenibili – sicuri, accessibili, efficienti, resistenti ed economici. Gli autobus elettrici, i veicoli a basse emissioni di carbonio e le piste ciclabili sono sempre più integrati nella pianificazione urbana. La pandemia di COVID-19 ha spinto molte città a ripensare i loro sistemi di trasporto, con le biciclette per esempio, che offrono una buona alternativa al trasporto di massa.

trasporti

@pixabay

L’incidenza dei trasporti

Tutte le modalità di trasporto – strada, ferrovia, aviazione, marittimo – sono fondamentali per lo sviluppo. Il trasporto fornisce alle persone l’opportunità di accedere al lavoro, ai servizi sanitari, di frequentare le scuole e di interagire socialmente con gli altri. Permette anche la consegna di beni e servizi alle comunità rurali e urbane.

Tuttavia, attualmente, quasi il 25% delle emissioni globali di gas serra legate all’energia provengono dai trasporti. Circa 1,35 milioni di persone muoiono ogni anno per incidenti stradali. L’inquinamento dell’aria, la congestione del traffico e la mancanza di trasporti sicuri per donne e ragazze sono il risultato degli attuali sistemi di trasporto. Milioni di persone con disabilità non possono accedere al trasporto pubblico e le persone anziane fanno fatica a spostarsi da un posto all’altro.

L’evento dell’Onu in Cina ad ottobre, richiede un’urgente revisione degli attuali sistemi di trasporto in modo che le esigenze di trasporto, che si prevede aumenteranno nei prossimi anni, possano essere adeguatamente affrontate. Le preoccupazioni dei gruppi vulnerabili, come le donne, i giovani, gli anziani, le persone con disabilità, e di molti paesi in via di sviluppo, compresi i paesi meno sviluppati, i paesi in via di sviluppo senza sbocco sul mare e i piccoli Stati insulari in via di sviluppo, riceveranno un’attenzione particolare.

 

 

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup