Back
Operazione libri Natale People

I libri nell’operazione Jólabókaflóð: il progetto natalizio di People

Una campagna per la cultura. A Natale, e non solo. Un impegno per i libri, ma anche per il cinema, il teatro, l’arte in ogni sua forma. L’iniziativa è stata lanciata da Giuseppe Civati, nella sua veste da editore della casa editrice People. Operazione Jólabókaflóð è il nome individuato, un po’ per gioco, ma molto seriamente. Qual è il motivo di un termine così impronunciabile? “Abbiamo scelto di lanciare la nostra campagna di promozioni festive sotto l’egida di una parola islandese difficilissima che vuol dire letteralmente ‘inondazione di libri per Natale’”, spiega Franz Foti, uno dei fondatori della casa editrice.

“Probabilmente vi sembriamo matti – aggiunge Foti – e in effetti anche io mi sono convinto che se mai riuscissi a pronunciare tre volte di fila Jólabókaflóð davanti a uno specchio a mezzanotte mi ritroverei nelle pagine di uno di quei libri islandesi che piacciono a Civati”. Ironia, dunque. In un progetto che è moto serio. Tanto che va oltre la confusione dei Dpcm, fornendo una una garanzia: i libri possono entrare in casa, senza restrizione alcuna. Anzi più aumenta il numero, più è un fatto positivo (e qui l’aggettivo non va associato alla sua, recente, accezione negativa).

Non è questione di marketing

Uno dei banner della campagna Jólabókaflóð promossa da People

Nulla di nuovo, sembrerebbe: una casa editrice promuove i suoi libri. Puro marketing, fatto bene. Non è proprio così. La novità sta nella volontà di promuovere tutti i libri, romanzi e saggi, anche dei concorrenti. Un’alleanza culturale con gli abiti di Babbo Natale, dell’operazione Jólabókaflóð, e che probabilmente nelle prossime settimane si vestirà da Befana. E, così, avanti nel progetto di diffusione di libri. Gli altri editori, insomma, non sono visti come competitor sul mercato, ma come alleati verso il grande obiettivo della crescita culturale. “Siamo felici che i nostri si diffondano, ma promuoviamo i libri degli altri, perché con i libri degli altri non siamo in concorrenza, siamo in collaborazione. Molto, molto stretta”, sottolinea Civati.

“Allora eccoci – prosegue – alla fine di un anno in cui è mancata solo un’invasione di termiti a festeggiare un’idea, che leggere faccia bene. E mai come ora abbiamo bisogno di stare bene, almeno un po’, di vivere pagine nuove, diverse, di spostarci negli altrove che soltanto i libri possono evocare. Se insistiamo è perché la ragione è grande, decisiva, strategica”.

La cultura come perno della sostenibilità

L’ultima morte di Peppe Bortone di Marco Tiberi

E per quale motivo? “La cultura è un bene essenziale, è lavoro, è comprensione della realtà di noi stessi. È motivo di riscatto e liberazione. La cultura è futuro”, osserva Civati. E del resto la cultura resta anche un cardine dello sviluppo sostenibile: senza di essa, ogni prospettiva di sostenibilità, ambientale, sociale ed economica si indebolisce. Da Happydemia di Giacomo Papi a L’uomo con la vestaglia rossa di Julian Barnes, People – attraverso Civati – ha suggerito titoli concorrenti. Almeno sulla carta (stampata, dei testi). E che concorrenti: Feltrinelli ed Einaudi, due big. Ma la ragione c’è: la tradizione Jólabókaflóð riguarda il regalo di libri “e li si leggeva la notte di Natale. Ad alta voce, tutti insieme, facendosi scaldare dal fuoco di un camino e dalla lettura, soprattutto”, chiosa Civati (qui una sua intervista a Impakter Italia).

In questo tripudio di libri altrui, però, Impakter Italia consiglia due pubblicazioni di People: Nuove mappe del Paradiso di Makkox, per cui non c’è bisogno di presentazioni visto il successo con Propaganda Live, e L’ultima morte di Peppe Bortone, romanzo di Marco Tiberi (già co-autore del romanzo sull’ambiente Fine). Un libro, quest’ultimo, che parla anche di Cinema e narrazione in generale, giusto per restare in tema di contaminazione culturale. Una buona contaminazione. E anche un modo per sperimentare l’operazione Jólabókaflóð: in omaggio con l’acquisto arriva infatti il racconto Incanto di Natale di Civati. Per una nevicata di libri a creare comunità nel solitario Natale 2020.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup