Back

Oceani plastic free: ecco le soluzioni di 5 start up

Oceani plastic free. Ecco le innovazioni tecnologiche di 5 start up per limitare l’utilizzo della plastica monouso, la bestia nera degli oceani.

Final Straw

Emma Rose Cohen ha fondato Final Straw nel 2018, con l’obiettivo della riduzione della plastica monouso. L’azienda propone una soluzione conveniente e portatile per le cannucce di plastica. Il prodotto è semplice: una cannuccia alla moda e pieghevole utilizzata come portachiavi. Come studentessa universitaria, Cohen ha utilizzato Kickstarter per raccogliere fondi per il suo progetto e ora si rivolge a individui più giovani per promuovere e diffondere la sua mission. A differenza della maggior parte delle alternative basate su cannucce di carta, Final Straw offre un prodotto utilizzabile con bevande calde e lavabile in lavastoviglie. Insomma, un prodotto funzionale per l’acquirente e al contempo sostenibile grazie alla possibilità di essere riutilizzato. La mission oceani plastic free è a portata di mano.

Abeego

Limitare l’utilizzo della plastica monouso significa trovare alternative per una serie ampia di prodotti, qualli ad esempio sacchetti e involucri. Questo è la mission di Abeego. Anche in questo caso si punto sul riutilizzo. L’involucro riutilizzabile ideato da Abeego utilizza una tecnologia a base di cera d’api per imitare le proprietà di una buccia o di una scorza per mantenere freschi gli alimenti. Il prodotto prende la forma dei contenitori e si attacca con un autoadesivo. Una volta che il prodotto è stato ben avvolto dall’involucro monouso, il tutto diventa biodegradabile e compostabile. Avviata nel 2008, l’azienda ha ampliato la propria presenza a livello internazionale e ha ispirato altre tecnologie di conservazione degli alimenti. Grazie alla soluzione escogitata da Abeego non solo è possibile ridurre drasticamente l’utilizzo di plastica monouso, ma anche combattere lo spreco alimentare.

Origin materials

Fondata nel 2008, la startup californiana Origin Materials è ispirata da una semplice missione, riassunta in queste parole del fondatore: “stiamo assumendo il mainstream dei materiali carbon-negativi”. L’azienda utilizza la tecnologia chimica per creare PET-polietilene tereftalato. Il risultato è la produzione di bottiglie sostenibili e riciclabili al 100%. Attraverso la raccolta del carbonio atmosferico anziché l’utilizzo di petrolio, Origin Materials converte i prodotti chimici del legno in materiali riciclabili. Di conseguenza, l’azienda riduce il numero di bottiglie d’acqua di plastica che inquinano fiumi e oceani. La tecnologia realizzata da Origin materials sta avendo un enorme successo. L’azienda ha stretto recentemente una partnership con autentici colossi del mercato mondiale come Pepsi Co., Nestle Waters e Danone.

Clear Blue Sea

Clear Blue Sea è una startup senza scopo di lucro con sede a San Diego. L’azienda lavora in sinergia con la comunità di San Diego per mettere a punto una vasta gamma di progetti. Il progetto più importante è FRED, il robot galleggiante per l’eliminazione dei detriti. Questa macchina a energia solare galleggia sulla superficie dell’oceano raccogliendo i rifiuti. Dopo la raccolta, FRED ritorna alla sua base di origine dove le materie plastiche vengono rimosse dal suo contenitore di raccolta e consegnate a uno dei partner di riciclaggio sostenibile di Clear Blue Sea. L’azienda è riuscita ad ottenere questi risultati con piccoli finanziamenti e grazie al talento e allo spirito di squadra di studenti e volontari. 

Loliware

Loliware si adopera per ridurre l’uso della plastica in modo non convenzionale. L’idea davvero originale è produrre tazze e cannucce commestibili. ”I fondatori Chealsie Briganti e Ann Tucker hanno iniziato con l’idea di ridurre il consumo di bicchieri di plastica monouso che riempiono le nostre discariche. LOLIWARE ha poi ampliato la sua mission alla riduzione dell’inquinamento degli oceani, in particolare per quanto riguarda le cannucce monouso. La canuccia LOLIWARE STRAW è composta da alghe che non contengono OGM, che sono sicure per l’oceano e inoltre iper compostabili. Ma soprattutto sono commestibili! In questo modo questa startup ha creato un circolo virtuoso tra semplicità, divertimento e sostenibilità.

Articolo tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup