Back

Nobel per l’Economia contro la povertà

La lotta alla povertà al centro dell’assegnazione del Premio Nobel per l’Economia. L’annuncio di ieri arriva a pochi giorni dalla Giornata Internazionale per l’eliminazione della povertà, istituita, dal 1992, il 17 ottobre. Con un significato particolare quest’anno: viene messo l’accento sulla povertà in età infantile, su cui le Nazioni Unite hanno voluto concentrarsi nel 2019. Il riconoscimento è stato infatti dato agli economisti Abhijit Banerjee, Esther Duflo e Michael Kremer per “il loro lavoro mirato a cercare un nuovo approccio per trovare risposte affidabili su come alleviare la povertà”.

L’impegno contro la povertà e per migliorare la salute

L’Accademia ha rilevato “come risultato di uno dei loro studi, più di 5 milioni di ragazzi indiani hanno beneficiato di programmi scolastici di tutoraggio correttivo” e i tre economisti “hanno introdotto un nuovo approccio per ottenere risposte affidabili sui modi migliori per combattere la povertà globale”. La scelta è di particolare importanza perché mette al centro dell’agenda politica ed economica uno degli Sdgs fissati dalle Nazioni. Gli strumenti messi a disposizione dai tre economisti sono quindi preziosi per il raggiungimento di questo obiettivo.

Ma non solo. Le ricreche di Banerjee e Duflo, che sono coniugi ed entrambi insegnano al Massachusetts Institute of Technology, e di Kramer, docente dell’Università di Harvard, hanno concentrato l’attenzione su un altro punto: quello di “suddividere questo problema in questioni più piccole e più gestibili, come ad esempio gli interventi più efficaci per migliorare la salute dei bambini”. Alla questione della povertà hanno inevitabilmente affiancato l’impegno per il miglioramento delle condizioni sanitarie. Anche perché un miglior benessere è strettamente connesso alla possibilità di accedere a cure adeguate e vivere in un contesto igienico dignitoso.

Perché il 17 ottobre contro la povertà

Padre Joseph Wresinski, pochi mesi prima della sua morte, è stato nei fatti l’ideatore della Giornata Internazionale contro la povertà. Il 17 ottobre 1987, sulla piazza del Trocadero a Parigi, portò in piazza cierca 100mila attivisti per i diritti umani per esprimere il loro rifiuto della miseria e per esortare l’umanità ad unirsi per far rispettare i diritti umani. Dal 1992 l’Onu ha ufficialmente riconosciuto quella data per l’impegno contro la povertà. Quest’anno il tema è “agire insieme per consentire ai bambini, alle loro famiglie e alle comunità di porre fine alla povertà”, puntando in particolare l’attenzione sulla povertà infantile, vista anche la ricorrenza del 30esimo anniversario dell’adozione della Convenzione sui diritti del fanciullo (Uncrc), risalente al 20 novembre 1989.

Una grafica della giornata Internazionale per l’Eliminazione della Povertà 2019

“L’infanzia è un momento speciale nella vita di tutti. È un momento in cui i bambini dovrebbero essere incoraggiati ad apprendere”, sottolineano le Nazioni Unite, raccontando il senso della Giornata. “Non per colpa loro – ribadisce l’Onu – i bambini vivono nella povertà e sono privati ​​dei loro diritti di sopravvivenza, salute e nutrizione, istruzione, partecipazione, sfruttamento e discriminazione. Centinaia di milioni di bambini sono costretti a subire le privazioni quotidiane della povertà, la promessa di quella infanzia stabilita nella Convenzione”. Tutti temi da affrontare nell’Agenda 2030 e che si conciliano alla perfezione con l’impegno dei tre vincitori del Nobel per l’Economia. Un connubio prezioso.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup