Back

Nigeria: si lotta contro i cambiamenti climatici

L’impegno contro i cambiamenti climatici per la pace. Sembra una forzatura, eppure è quanto sta progettando la Nigeria, Paese interessato sia dal problema del surriscaldamento globale che da conflitti interni, portati avanti soprattutto dai terroristi di Boko Haram, che rischiano seriamente di aumentare con maggiore povertà e pericoli per la salute. Ovvero due dirette conseguenze del climate change. Mohamed Yahya, rappresentante dell’Undp (il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo) Nigeria, in un articolo ha descritto l’impegno del suo Paese per fronteggiare una situazione che rischia di travolgere i progressi fatti registrare negli ultimi anni. La risposta alle crisi sociali risiede quindi nello sviluppo sostenibile. Di recente l’Undp ha pubblicato il Rapporto globale sulle prospettive economiche dei Contributi determinati a livello nazionale (Ndc).

Lo screenshot di un video registrato dai terroristi di Boko Haram

Il dossier mette a disposizione un quadro completo di come le nazioni stiano intensificando l’azione per arginare la deriva climatica e come questo siano collegate alle politiche agli Obiettivi di sviluppo sostenibile (Oss). Secondo il rapporto, quasi la metà del mondo, 75 nazioni che rappresentano il 37% delle emissioni, sono impegnate a fare la cosa giusta. “Il piano del presidente nigeriano, Mohammadu Buhari, per affrontare i cambiamenti climatici, presentato al vertice sui cambiamenti climatici è tempestivo, ambizioso ed essenziale. Promuove un percorso di sviluppo economico a basse emissioni di carbonio e ad alta crescita e costruirà una Nigeria resiliente al clima”, riferisce il rappresentante dell’Undp.

Cosa rischia la Nigeria

L’Agenzia meteorologica della Nigeria (NiMet) ha messo in evidenza che anche quest’anno sarà molto caldo. Ed è una constatazione che si somma a un dato acquisito: il 2018 è stato più caldo dell’anno precedente, una tendenza innegabile. La variabilità annua media e l’andamento delle piogge sulla Nigeria negli ultimi sei decenni hanno presentato diverse fluttuazioni, responsabili di anni secchi e umidi o eventi climatici estremi come siccità e inondazioni in molte parti del Paese. Diventa quindi ancora più preoccupante la consapevolezza che la Nigeria sarà vittima di ulteriori cambiamenti delle precipitazioni e delle temperature, in un futuro che non si annuncia così lontano. Condizioni meteo più calde e più secche aumenterebbero inondazioni, siccità e ondate di calore, rendendo più difficile la produzione agricola, in particolare per le colture che necessitano di pioggia. E il danno rischia di essere pesantissimo: il settore agricolo rappresenta circa il 23% del Prodotto interno lordo.

Il presidente nigeriano Buhari

Un elemento destabilizzante per un Paese già alle prese con gruppi armati che fanno leva sulla povertà per arruolare combattenti. C’è poi un rischio per la salute pubblica: l’incidenza della malaria, e di altre malattie, sarà più elevata nelle aree con temperature comprese tra 18-32 ° C e con umidità superiore al 60%. “I piani in sette punti del presidente Buhari – conclude Yahya – ribadiscono l’impegno ad azioni concrete verso gli obiettivi dell’Accordo di Parigi. L’imperatività del discorso del presidente di fronte a tutto il mondo non lascia alla Nigeria altra scelta se non quella di aprire la strada. L’Undp si impegna a sostenere la Nigeria in questo corso. Il programma di sostegno dell’Undp-Ndc è già pienamente operativo, con l’obiettivo chiaro di un maggiore impegno con il governo e il settore privato. Negli anni importanti a venire ci sono tre pilastri: ambizione, accelerazione e mobilitazione guideranno e daranno forma al nostro sostegno”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup