Back

Friday for Future. Parola ai protagonisti


Giovanissimi, entusiasti e soprattutto determinati. Ma chi sono i ragazzi del movimento Friday for Future, che riempiendo le piazze e le strade d’Italia stanno dando nuova linfa alla partecipazione e all’impegno civile? Impakter Italia è andato a conoscerli. Ecco cosa ci ha detto uno dei portavoce “attuali”, Luca Boccoli. Attuali, sì, perché come ci ha detto lui stesso, “nel movimento non vi sono ruoli, ad eccezione dei portavoce che ruotano”.

Dopo il terzo “Friday for Future”, da molti definito come “la più grande manifestazione per l’ambiente mai organizzata”, quale bilancio traete?

Traiamo un bilancio più che positivo. Non ci aspettavamo questi numeri, è stato davvero incredibile. Roma con 200 mila manifestanti è stata la piazza più numerosa d’Italia. La consapevolezza ecologica sta crescendo nei giovani ma non solo. Dopo ieri abbiamo festeggiato per il risultato conseguito dopo tanti sforzi, ora bisogna rimboccarsi le maniche e continuare a lottare per il nostro futuro cercando di capire come mantenere alta l’attenzione sulla tematica e facendo sempre meglio coinvolgendo sempre più persone.

Quali sono gli obiettivi concreti a breve e a lungo termine?

L’obbiettivo che ci poniamo è sempre lo stesso. Fare in modo che la politica ascolti gli scienziati e attui significativi cambiamenti all’interno di questa società ancora “schiava” dei combustibili fossili. Continueremo a manifestare giorno dopo giorno , settimana dopo settimana, fin quando non verremo ascoltati. Ma è solo questione di tempo , perché la rivoluzione (pacifica) non si può fermare. I numeri di questa settimana di scioperi lo hanno dimostrato.

L’educazione è al centro di ogni politica tesa alla salvaguardia dell’ambiente. Quale significato ha avuto per voi la posizione del neo Ministro dell’Istruzione sugli scioperi di oggi?

Su questo non posso parlare a nome del movimento Friday for Future, posso solo esprimere una mia personalissima opinione. Io penso che “giustificare” un’assenza per sciopero significa normalizzare un atto che dovrebbe invece creare disagio. Altrimenti che sciopero è? Detto questo, bisogna però capire se sia stata una manovra puramente demagogica e mediatica oppure se il Ministro ha davvero a cuore la tematica ambientale. La risposta potrà solo arrivare col tempo. Una cosa è certa, continueremo a chiedere azioni concrete alla classe politica. Per quanto riguarda il MIUR chiediamo che si aumentino i fondi per l’istruzione e alla ricerca per sostenere l’innovazione ecologica e rendere gli istituti scolastici 100% sostenibili . Che si introduca  l’educazione ambientale nei programmi scolastici evidenziando le conseguenze dannose derivate dall’utilizzo dei combustibili fossili. Che si interrompano le collaborazioni tra MIUR e aziende che non abbiano ancora un piano di de carbonizzazione totale entro il 2025.

Secondo la vostra esperienza, quanto ha inciso il ruolo dei social nel creare partecipazione dal basso?

Viviamo in un mondo ormai globalizzato e governato dai social media. Questo sicuramente sta aiutando il movimento a crescere in maniera esponenziale. Però bisogna stare attenti perché con questa velocità di informazione, mai esistita prima d’ora le notizie si inflazionano rapidamente ed è più facile veicolarle e modificarle creando fake news oppure incitando all’odio. Basta guardare quanti “haters” deridono Greta. Ma noi siamo più di loro e riusciremo attraverso internet e i social a diffondere il movimento in tutti gli angoli del globo.

Mauro Pasquini

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup