Back
Montefalco

Montefalco, il borgo che riparte come ristorante a cielo aperto

Montefalco, il borgo che si reinventa ristorante a cielo aperto per ripartire. Gli organizzatori spiegano a Impakter Italia in cosa consiste questa iniziativa.

Montefalco “apparecchia” in piazza

La ripartenza dopo il lockdown è anche e soprattutto una questione di spirito d’iniziativa e creatività. E così, a Montefalco, un magnifico borgo dell’Appennino umbro, si sono inventati un modo semplice e al contempo speciale per ripartire, unendo accoglienza, bellezza e sicurezza: il ristorante a cielo aperto. Il prossimo 2 giugno la piazza principale e i vicoli del piccolo centro fungeranno da scenografia a una distesa di tavoli sui quali sarà possibile consumare le prelibatezze locali. Sedie e tavoli saranno sistemati seguendo rigorosamente le misure di sicurezza. A intercalare il tutto, un profluvio di vini pregiati offerte dalle numerose cantine locali.

La strategia esemplifica perfettamente come i piccoli borghi rappresentino la strada maestra per uscire dalla crisi economica e turistica dovuta alla pandemia. Impakter Italia ha più volte ricordato come l’Italia sia costellata di piccoli centri dove il visitatore può trovare arte e cultura come nelle città più grandi, ma il tutto immerso in una dimensione più lenta e ricca di spazi. Il tutto a favore della sostenibilità e, in questo particolare momento, anche della sicurezza sanitaria.

Il progetto: la parola al responsabile

“L’iniziativa è nata da un’incontro tra i ristoratori, il comune, il Consorzio Tutela Vini Montefalco e la via del vino La Strada del Sagrentino”, ha detto a Impakter Italia Filippo Antonelli, Presidente del Consorzio. “Lavorare all’aperto è meglio in questo periodo. Il paese si presta a questa iniziativa essendo quasi pedonale e avendo molti vicoli stretti e piazzette interne al borgo”, ha aggiunto. Inoltre, l’idea è di non fermarsi all’evento di un giorno ma di rendere stabile il progetto per questa stagione. Compatibilmente con le esigenze di chi ci abita, ci tiene a sottolineare Antonelli.

Infatti, avendo come obiettivo quello di raggiungere la cifra di 500 visitatori, ossia il totale dei coperti dei ristoranti coinvolti, da parte dei promotori c’è la consapevolezza che l’impatto sul borgo sarà notevole. Soprattutto perché saranno messe in campo scrupolose misure di sicurezza e quindi gli spazi necessari a far sedere 500 persone saranno assai ampi. Tra le misure previste c’è anche il controllo dell’afflusso alle porte del paese. Con questa iniziativa si vuole salvaguardare la filiera del vino e promuovere le bellezze del luogo. Antonelli auspica che vi sia un rilancio dei piccoli borghi. “L’Umbria è ricca di piccoli borghi, spesso abbandonati. Lo stesso Montefalco in passato è stato un po’ dimenticato”.

Montefalco, la “ringhiera dell’Umbria”.

Montefalco è un piccolo centro di 5496 abitanti, in provincia di Perugia. Famoso per la sua pregiata produzione vinicola, vanta un vasto e interessante patrimonio architettonico e artistico. Inoltre Montefalco vanta una vista unica per ampiezza e profondità sulle sottostanti vallate del Clitunno, del Topino e del Tevere.

Una caratteristica geomorfologica che rende questo borgo una sorta di terrazza affacciata su un’ampia area territorio umbro. Per questo motivo Montefalco è definito la “ringhiera d’Umbria”.  Per queste caratteristiche è entrato a far parte del prestigioso club dei Borghi più belli d’Italia.

Umbria zona sicura

Inoltre, il ritorno al turismo in queste zone è facilitato dal minore impatto che la pandemia ha avuto in termini sanitari sull’Umbria rispetto ad altre regioni italiane. A oggi, infatti, le statistiche parlano di un totale di 1431 contagi, 1314 guariti, 42 casi attualmente attivi e 75 morti. Numeri comunque drammatici, ma che in confronto ad altre zone d’Italia giustificano l’aspettativa di una maggiore sicurezza per la gestione della stagione turistica.

Foto in copertina: Zyance

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup