Back

Monitorare l’ambiente di una città per intervenire in tempo reale

Quando si parla di tecnologia al servizio dello sviluppo sostenibile si parla anche di applicazioni in grado di migliorare in tempo reale la vita quotidiana di una città, supportando chi deve prendere le decisioni con dati incontrovertibili sulla situazione del territorio urbano ma anche di un quartiere, di una zona, di un isolato.

Questo tipo di lavoro per esempio lo fa Green Urban Data,  una startup il cui software integra grandi dati e tecnologia satellitare per fornire a comuni, società di consulenza e cittadini gli “strumenti per combattere gli effetti del cambiamento climatico”, cercando essenzialmente di migliorare la salute e la qualità della vita nelle città. I primi risultati del lavoro di Green Urban Data si stanno vedendo in cinque città spagnole : Valencia, Torrent, Gandia, Alcoi ed Elda.

Andrej Pavicevic, che attualmente lavora come redattore della serie SDGs/Global Leaders di Impakter, in questa fase sta intervistando i fondatori di startup il cui lavoro è incentrato sulla sostenibilità o sugli SDGs.  Per esempio Maria Rojo proprio di Green Urban Data. Questo post si inserisce nella collaborazione tra Impakter.com ed Impakter.it

Le variazioni di temperatura influenzano molteplici aspetti della sfera urbana. Da un lato – dice la Rojo – incidono sulla vita quotidiana dei cittadini, che comprende problemi di salute come i problemi respiratori e cardiovascolari, la mancanza di sonno e lo stress. Tutte queste cose sono ancora più importanti per gli anziani e i bambini. D’altro canto, la temperatura influisce direttamente sul consumo energetico, e quindi anche sulla qualità dell’aria; inoltre, anche le infrastrutture urbane come le strade e gli edifici soffrono di temperature estreme”.

La app di GUD si avvale di due strumenti: Environmental Indexes e Temperature Regulator, e una App – Healthy Routes App.

Il primo  raccoglie in modo molto veloce i dati per conoscere lo stato ambientale di un comune, di seguirne le tendenze e l’evoluzione e di individuare le aree più vulnerabili per dare priorità alle azioni.Il secondo monitora e misura la temperatura, a scala di quartiere, individuando le zone più a rischio ed offre alcune soluzioni per stabilizzare la temperatura in quelle aree.

L’obiettivo è quello di aiutare i politici che devono prendere le decisioni in materia, tenendoli aggiornati e con informazioni accurate sullo stato della loro città in modo che possano attuare strategie ambientali laddove sono realmente necessarie.

E poi c’è Healthy Routes dedicata al cittadino che funziona come Google Maps ma non serve ad indicare la via più breve: mostra la via più sana. E’ quindi ideale per gli atleti, per chi soffre di allergie, per le persone a mobilità ridotta o per chiunque voglia muoversi nella propria città in modo più sano e sostenibile.

I cittadini quindi devono solo selezionare come vogliono muoversi (in bicicletta o a piedi), il punto di partenza e la destinazione, e l’applicazione mostrerà il percorso con il minor rumore o allergeni, o con la maggior parte di ombra.

Ancora Maria Rojo:” Tutti questi strumenti sono altamente connessi perché l’obiettivo finale è quello di migliorare la qualità della vita dei cittadini. Ma se dovessi indicarne uno come priorità direi il software di termoregolazione. Perché se la temperatura nelle città si stabilizzasse, i sistemi di refrigerazione non sarebbero necessari, o almeno non quanto lo sono oggi. Inoltre, il consumo di energia diminuirebbe e lo stesso vale per l’inquinamento. Alla fine non sarebbero solo i cittadini a beneficiare della regolazione della temperatura, ma anche il nostro pianeta”.

Ecco allora che raccomandazioni come pavimentazioni fredde, tetti verdi o miglioramenti delle aree verdi urbane possono avere un forte impatto sulla regolazione della temperatura, a vantaggio della qualità della vita.

Nelle città spagnole nelle quali Green Urban Data ha sviluppato i suoi strumenti, la vita dei cittadini ha già subito dei miglioramenti sensibili grazie per esempio all’aumento del numero di aree verdi ed al miglioramento di quelle esistenti. Spazi pubblici più confortevoli, riduzione della variazione di temperatura, diminuzione dei consumi energetici ed in conseguenza del miglioramento della salute dei cittadini, una riduzione dei costi sanitari.

La differenza di questo sistema rispetto ad altri che cercano di fare lo stesso lavoro consiste soprattutto nel fatto che offre uno strumento integrativo di diversi parametri ambientali e che lo fa in dettaglio e specificamente nelle aree urbane. Gli esperti di Green Urban Data sono coinvolti nell’intero processo decisionale fornendo analisi, diagnosi, alternative, previsioni, nonché monitorando e dando seguito alle azioni e ai progetti. E poi l’utilizzo della tecnologia satellitare permette di monitorare qualsiasi città del mondo senza alcuna necessità infrastrutturale o di manutenzione come fanno i sensori.

 

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup