Back

Mobilità elettrica e start up. Un’accoppiata vincente?

Mobilità elettrica e start up in Italia. Un’accoppiata che produce innovazione di alto livello ma che spesso non trova un mercato adeguato. Ecco un esempio lampante.

Una ricarica per auto elettriche semplice ed efficace

Ricaricare le auto elettriche senza cavo, in modo automatico e universale? Ora si può. Grazie a una rivoluzionaria innovazione made in Italy, ricaricare le auto elettriche diventa un gioco da ragazzi. Si tratta di DazePlugun sistema di alimentazione per auto elettriche che funziona senza cavo. La rivoluzionaria innovazione tecnologica è made in Italy. È sviluppata da DAZE tecnology, giovane azienda italiana fondata meno di tre anni fa.

Tutti i vantaggi dell’alimentazione senza cavo

Il sistema di ricarica per auto elettriche di DazePlug non richiede l’intervento umano. La procedura è automatizzata. Inoltre il dispositivo elettronico è compatibile con tutti i tipi di veicoli elettrici. Il funzionamento è poi molto semplice e intuitivo. È sufficiente posizionare DazePlug sul pavimento dell’area di parcheggio e connetterlo alla rete elettrica. Non appena si parcheggia, DazePlug si connette automaticamente alla batteria dell’auto e si innesca la ricarica. Utilissimo, dunque, anche per i più sbadati.

Tecnologia all’avanguardia senza mercato: il paradosso italiano

In Italia si hanno numerosi esempi di start up assolutamente all’avanguardia nel settore della mobilità elettrica. Ma in molti casi, a un’ampia e variegata offerta non corrisponde un’adeguata richiesta. Questo odioso paradosso è figlio della strutturale arretratezza del nostro sistema Paese. Si tratta certo di una questione di mentalità che non riguarda solo l’Italia. Tuttavia da noi è particolarmente accentuato. Nel settore delle auto elettriche, possiamo dire letteralmente che nel Bel Paese la conservazione straccia l’innovazione. Infatti, In Italia, esistono appena 20mila veicoli ad alimentazione elettrica a fronte di 38milioni alimentati con combustibili fossili.

Un settore abbandonato se stesso

Lo sforzo straordinario, e per certi versi eroico, di chi opera per l’innovazione è testimoniato dalla presenza di circa 5mila siti, sparsi sul territorio nazionale, in cui è possibile ricaricare le auto elettriche. Una cifra non alta ma assolutamente considerevole in proporzione alla scarsa presenza di veicoli elettrici circolanti. Una mano arriva dall’ecobonus del governo. Ma in proporzione alle necessità del settore, si tratta quasi di un palliativo. Il mercato resta di fatto ancora al palo.

Red

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito.I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito.Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup