Back

Misurare dell’impatto climatico del cibo? Ecco come

Misurare l’impatto climatico del cibo ci fa capire come la nostra alimentazione influisca sul cambiamento climatico. Come? Ecco un’idea originale e semplice.

Un approccio “non convenzionale”

Hai mai pensato all’impatto ambientale del cibo che mangi? Questa domanda è stata la chiave della quinta conferenza scientifica globale sull’agricoltura intelligente per il clima, recentemente conclusa. Non si è trattato di una normale conferenza scientifica. Oltre alle attività partecipative tra cui un concorso di networking e un quiz sulle app presentate alla conferenza, è stato utilizzato un approccio di lavoro “non convenzionale”.

Fornendo menu per il pranzo che andavano da un tipico buffet per conferenze fino a una dieta di riferimento sana e sostenibile, passando per una dieta vegana (con opportuni sostituti della carne),  i partecipanti sono stati ispirati a esplorare modi per trasformare i sistemi alimentari in risposta al cambiamento climatico. Inoltre, abbiamo anche misurato lo spreco alimentare totale dei partecipanti durante la conferenza.

Conoscere l’impronta di carbonio dei nostri pranzi

Alla conferenza è stata proposta una variegata gamma di pranzi ecologici. A questa iniziativa hanno collaborato la Wageningen University and Research (WUR), i ricercatori del Climate Food and Farming Global Research Alliance Development Scholarships (CLIFF-GRADS), il CGIAR Research Program on Climate Change, Agriculture and Food Security (CCAFS) e il ristorante Ayana Resort.

Misurare delle emissioni di gas serra

Gli studenti di CLIFF-GRADS hanno utilizzato un nuovo calcolatore sviluppato presso WUR per stimare l’impronta di carbonio del cibo servito durante la conferenza. Hanno combinato i dati ( ovviamente specifici dell’hotel ospitante) riguardanti gli ingredienti utilizzati, le fonti di tali ingredienti e le tecniche di preparazione degli alimenti, insieme a set di dati globali relativi alla produzione, alla perdita e allo spreco degli alimenti.

Dalla stima di queste emissioni, gli studenti della WUR hanno concluso, ad esempio, che le emissioni di gas serra per porzione di Rendang, un piatto di carne piccante indonesiano, potrebbero essere dieci volte più grandi di una Rendang con carne “alternativa”. Hanno anche concluso che, oltre agli ingredienti, anche la distanza di trasporto degli ingredienti ha avuto effetti significativi sulla stima delle emissioni totali di gas serra.

Quantificazione della perdita del cibo

Dopo ogni pranzo, gli studenti hanno misurato lo spreco alimentare prodotto dai partecipanti alla conferenza. Il primo giorno hanno concluso che circa il 60% del cibo preparato veniva consumato e il 40% veniva sprecato. Dagli scarti, solo il 3% era rimasto dai piatti e il 37% era cibo in eccesso. I risultati hanno incoraggiato il team di cucina a ripensare la quantità di cibo che hanno preparato e ne hanno ridotto le quantità per il giorno successivo.

Spunti e conclusioni

Per mettere in prospettiva l’emissione totale della conferenza relativa agli sprechi alimentari, Jan Broeze, capo del progetto CCAFS per la perdita e lo spreco alimentare, che ha coordinato i calcoli delle emissioni sia di farina che di rifiuti alimentari, ha dimostrato che le emissioni legate allo spreco alimentare (550 kg di CO2 eq .) è stato più di tre volte superiore rispetto a tutti i viaggi in navetta durante la conferenza (171 kg di CO2 eq.). Ciò indica che cambiare la nostra dieta potrebbe essere una strategia chiave per ridurre le emissioni globali. Nella sua presentazione alla sessione conclusiva della conferenza, Jan Broeze ha riflettuto sui risultati: “Questi calcoli supportano la nostra ipotesi che il comportamento del consumatore sia fondamentale, quindi tutti dovremmo pensare alle nostre scelte dietetiche”.

Articolo tratto da Impakter.com.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup