Back
minori soli

Minori stranieri non accompagnati: i numeri in Italia e in Europa

Bambino, Ritratto, Triste, Povero, Persone, Bambini

Crediti immagine: aamiriaimer via Pixabay

L’obiettivo 10 dell’Agenda 2030, “Ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni”, si prefigge di: “Incoraggiare l’aiuto pubblico allo sviluppo e i flussi finanziari, compresi gli investimenti diretti esteri, per gli stati più bisognosi, in particolar modo i paesi meno sviluppati, i paesi africani, i piccoli stati insulari in via di sviluppo e i paesi in via di sviluppo senza sbocco al mare, in conformità ai loro piani e programmi nazionali”. Questo obiettivo rende chiaro quanto le ineguaglianze all’interno degli stati stessi e tra gli stati del mondo sia ancora un problema importante. Sintomo e conseguenza di questa disuguaglianza, sono le migrazioni, che vedono centinaia di migliaia di persone lasciare la propria casa e il proprio paese per ragioni economiche o di sicurezza. I cittadini stranieri residenti in Italia sono circa 5,3 milioni, di cui 2,6 milioni sono europei, 1,2 milioni provengono dagli stati africani (21,8%) e 1,1 milioni dall’Asia. Una parte di questi migranti è costituita da minori stranieri non accompagnati (MSNA). “Con l’espressione ‘minore non accompagnato’, in ambito europeo e nazionale, si fa riferimento allo straniero (cittadino di Stati non appartenenti all’Unione europea e apolide), di età inferiore ai diciotto, che si trova, per qualsiasi causa, nel territorio nazionale, privo di assistenza e rappresentanza legale”, si legge nella definizione della Camera dei deputati. Ma quanti sono i minori stranieri non accompagnati, in Italia e in Europa?

 

I minori stranieri non accompagnati in Italia

Il 25 marzo 2021 è uscito il nuovo rapporto Unicef relativo alla presenza di migranti e rifugiati in Italia: dei 34 mila migranti arrivati via mare nel 2020 il 5% erano minori con un accompagnatore, e il 14% erano minori non accompagnati, in forte aumento rispetto all’anno precedente e al 2019. Tra il 2014 e il 2018 sono stati circa 60.000 i minori stranieri non accompagnati, sia rifugiati che migranti, arrivati in Italia, che nel frattempo sono divenuti maggiorenni per la maggior parte. Il numero dei minori stranieri non accompagnati è oggi di circa 7080 sul territorio italiano, in maggioranza maschi (96,4%) e di età compresa tra i 15 e i 17 anni. Di questi, il 22% proveniva dal Bangladesh, il 15,3% dalla Tunisia, il 13,7% dall’Albania e il 9,8% dall’Egitto. Grazie alla legge 47/2017 sono stati rafforzati i diritti dei MSNA, introducendo espressamente il divieto assoluto di respingimento alla frontiera. La legge assegna poi agli enti locali l’accoglienza dei minori e istituisce le figure dei tutori volontari che si rendono disponibili ad assumere la tutela dei minori stranieri non accompagnati.

Unicef segnala che la decentralizzazione nel nostro paese crea disparità tra un territorio e l’altro in merito ai servizi erogati a questi minori, tra cui affido a famiglie o a strutture dedicate, transizione in autonomia all’età adulta, programmi di istruzione e formazione, a cui anche Unicef collabora. Nel 2020 è stato poi lanciato il progetto HERE4u, un progetto di sostegno psicologico da remoto per i minori stranieri non accompagnati, oltre che ai giovani migranti e rifugiati. Il servizio, in collaborazione con ARCI immigrazione e APPRODI, si avvale della partecipazione di mediatori linguistici, per rendere la fruizione più semplice per i giovani provenienti da altri paesi.

Ragazza, Bambino, Per I Rifugiati, Divertimento

Crediti immagine: Zachtleven via Pixabay

 

I minori stranieri non accompagnati in Europa

Secondo i dati dell’European Asylum Support Office, nel 2019 sono state 17.700 le richieste di protezione internazionale presentate da minori non accompagnati, rappresentando il 2% del totale. I paesi che hanno accolto più minori sono stati UK (21% del totale), Grecia (19%) e Germania (15%). Le nazionalità prevalenti dei minori sono state quella afghana, quella pakistana e quella siriana. Secondo i dati più recenti di Unicef, sono stati poi 2302 i minori non accompagnati (di cui l’85% ragazzi) arrivati in Grecia, Italia, Bulgaria, Spagna, Cipro e malta nei primi sei mesi del 2020. La maggior parte delle richieste di asilo e di permanenza sul territorio europeo presentate dai minori non accompagnati in Europa viene accettata (84%).

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup