Back

Migrazioni climatiche: fabbriche di schiavi moderni

Migrazioni, sfollamenti e reinsediamenti legati al clima sono sostanzialmente ignorati dalla politica internazionale. Molti annunci, pochissimi fatti. Il cambiamento climatico è uno dei motori più importanti della migrazione. Ma le misure politiche nell’interesse dei rifugiati legati al clima sono quasi inesistenti.

Migrazioni climatiche e mercanti di uomini

Eppure, una delle piaghe più atroci del nuovo millennio, la nuova schiavitù, è in larga parte un prodotto delle migrazioni forzate, imposte dal cambiamento climatico. Alla base, la condizione di assoluta precarietà e totale abbandono di questi disperati in fuga dalle catastrofi ambientali. Non avere più un tetto, soldi, documenti, lavoro e igiene personale, ti rende una merce perfetta per i mercanti di uomini in cerca di schiavi.

Già nel 2016, l’Organizzazione internazionale del lavoro ha contato 40 milioni di vittime della schiavitù moderna in tutto il mondo. Di queste, circa il 70% erano donne e ragazze. Circa 10 milioni erano bambini. 25 milioni erano sfruttati in lavori massacranti. Gli altri 15 milioni erano intrappolati in un matrimonio combinato. Senza possibilità alcuna di fuggire da tale penosa condizione. Oggi, la situazione risulta essere ulteriormente aggravata, su tutti i fronti. E questo nonostante gli sforzi compiuti dai paesi per ridurre quella che è la principale ragione della piaga della schiavitù: l’estrema povertà.

Povertà estrema: una piaga che non conosce confini

Una dimensione che ovviamente riguarda soprattutto le fasce più deboli dei paesi sottosviluppati o in via di sviluppo. Ma non solo. Crescente in modo allarmante è il numero dei poveri estremi nelle fasce più disagiate delle moderne società occidentali e orientali più ricche. Si allarga infatti a macchia d’olio la superficie delle periferie urbane colpite da degrado in quasi tutte le maggiori metropoli mondiali. Aree in cui il disagio economico, la scarsità delle condizioni igieniche e la bassa o assente scolarizzazione espongono a ogni tipo di violenza e sfruttamento un numero sempre maggiore di individui. Giovani e giovanissimi in primis. 

Da cui, inesorabile, l’incremento esponenziale della prostituzione minorile. Coadiuvata dalle nuove tecnologie informatiche, che negli anni hanno consentito la creazione di veri e propri ipermercati virtuali di carne umana. Dove però, compratori senza scrupoli e sventurati minorenni sono però reali, in carne ed ossa. Il tutto, al riparo di una privacy digitale sempre più impenetrabile da parte degli esperti informatici delle polizie dei vari Stati.

L’inconcludenza della politica

Il problema è che la politica climatica internazionale si occupa troppo dei massimi sistemi e troppo poco dei danni e delle perdite causati da eventi meteorologici estremi come siccità, inondazioni e aumento dei livelli del mare. Giusto e doveroso spendere tempo, energie e fondi per studiare le cause profonde di questi fenomeni. Conoscere le cause significa avere in mano la chiave per trovare le soluzioni.

Ma senza riporre in modo immediato un adeguato rimedio agli effetti, mentre si teorizzano soluzioni su lungo termine, alle tragedie attuali si aggiungono le tragedie di domani e poi di dopo domani e così via. La povertà va fermata ora, con interventi diretti. Al di là di “cosa ha promesso Parigi e quanto ha mantenuto Glasgow”, in termini di global warming. Altrimenti, nei prossimi anni, le migrazioni climatiche produrranno altre decine di milioni di persone esposte a sfruttamento, violenza, schiavitù.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup