Back
microplastiche

Microplastiche, un pericolo invisibile

Le microplastiche nel trucco. Le microplastiche nei mari, nei detergenti, nei detersivi. Le microplastiche dappertutto. Lo sapevamo. Lo sappiamo bene noi di Impakter Italia che ne abbiamo scritto tante volte.  Ora c’è una ricerca molto specifica di Greenpeace che si chiama “Il trucco c’è ma non si vede” che ha “verificato la presenza di materie plastiche sia nelle liste degli ingredienti che attraverso indagini di laboratorio“, nei prodotti di undici marchi tra i più conosciuti e diffusi sul mercato italiano.

E’ di poco tempo fa la drammatica scoperta che le microplastiche si trovano addirittura nella placenta. E siamo alle solite: non è la plastica il demonio ma la produzione ed il consumo eccessivo che ne viene fatto a creare una sorta di maledizione intorno a questo materiale che ha degli utilizzi nei quali è insostituibile. Prima di leggere i risultati più importanti della ricerca, c’è da sapere che il settore della cosmesi in Italia vale 11,9 miliardi di euro (valore al 2019). E che è sin troppo facile comprendere l’importanza del problema che riguarda persone (donne ed uomini) dalla più tenere età fino agli anziani: 9 donne su 10 si truccano ed ora è diventata anche una questione generazionale.

microplastiche

Trucco e parrucco con microplastiche – CC0, public domain, royalty free

Cosa dice l’indagine di Greenpeace

Nel 79% dei 672 prodotti verificati online sono state trovate materie plastiche, il 38% delle quali era costituito da particelle solide note come microplastiche. Dall’indagine è emerso anche l’uso massiccio di polimeri in forma liquida, semisolida e solubile, i cui effetti sulle persone e sull’ambiente non sono ancora del tutto noti.

Tra i prodotti verificati, i mascara sono risultati quelli in cui gli ingredienti in plastica erano più frequenti (90 per cento dei prodotti controllati), seguiti da rossetti e lucidalabbra (85 per cento) e fondotinta (74 per cento). Si tratta di tipologie di prodotti non interessati dal divieto d’uso di microplastiche in vigore in Italia dall’inizio del 2020.

Dalle analisi di laboratorio su 14 prodotti, inoltre, è emersa la presenza di piccole particelle inferiori ai 5 millimetri come il polietilene (in 6 prodotti), il polimetilmetacrilato (in 2 prodotti), il nylon (in 2 prodotti) e il polietilene tereftalato (in 1 prodotto). Solo i prodotti dell’azienda Purobio sono risultati privi di ingredienti in plastica.

microplastiche

Trucco e parrucco con microplastiche – CC0, public domain, royalty free

I marchi “contaminati” e le risposte

Le cinque marche con le percentuali maggiori di prodotti con ingredienti in plastica sono risultate, nell’ordine: Lush, Maybelline, Deborah, Sephora, Wycon” scrive Greenpeace nel rapporto. Ed aggiunge: “Prima di pubblicare i nostri risultati, abbiamo contattato tutte le aziende prese in esame con l’obiettivo di fornire un quadro esaustivo che tenesse in considerazione anche il loro punto di vista nella nostra indagine. Ma solo una ha risposto al nostro questionario.

Cosmetica Italia, divisione di Confindustria di cui fanno parte più di 600 realtà e principale organizzazione di categoria, insieme a tutte le altre aziende interpellate, non hanno ritenuto di rispondere alle nostre richieste. L’associazione industriale si è soltanto limitata a ribadire, con una nota stampa dello scorso 16 dicembre, l’avvenuta eliminazione, a partire dal 2015, delle microplastiche dai cosmetici con azione esfoliante o da risciacquo, il cui uso è oggi vietato in Italia”.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup