Back

Meteo killer: un 2021 da incubo!

Meteo killer e cambiamenti climatici. Anche nel 2021, gli eventi meteorologici direttamente collegati ai cambiamenti climatici hanno creato disastri finanziari e umani in tutto il mondo. Un nuovo studio pubblicato da Christian Aid ha identificato 10 eventi meteorologici estremi che hanno causato ciascuno oltre 1,5 miliardi di dollari di danni. In alcuni di questi, il meteo killer ha distrutto strade, edifici e beni per la spaventosa cifra di 65 miliardi di dollari. Gli eventi con i maggiori costi finanziari sono avvenuti nei paesi sviluppati, come gli Stati Uniti e l’Europa. Ma i costi umani sono molto maggiori nei paesi in via di sviluppo.

Uragano Ida: l’evento più costoso sul cambiamento climatico

Il rapporto ha rilevato che l’uragano Ida è stato il più dannoso in termini economici. Alla fine di agosto e all’inizio di settembre, questo l’uragano, di categoria 4, ha colpito diverse parti degli Stati Uniti. È il quinto uragano più forte di sempre a colpire il paese. Un milione di persone hanno dovuto abbandonare le loro abitazioni e in uno dei distretti della città è andato distrutto il 75% delle case. Inoltre, Ida ha causato inondazioni improvvise in molti stati del nord-est, tra cui Delaware, Pennsylvania, New Jersey e New York.

Lo studio Christian Aid afferma che in totale “Ida ha causato 95 vittime e danni per 65 miliardi di dollari”. Il rapporto aggiunge che “gli Stati Uniti sono il più grande emettitore cumulativo di gas serra e quindi il paese che ha contribuito maggiormente al riscaldamento globale”. L’amministrazione di Biden ha cercato di riconquistare la credibilità dell’America per quanto riguarda il cambiamento climatico. Un rimedio alle scelte della precedente decisione di Donald Trump. In primis, a quella di ritirare gli Stati Uniti dagli Accordi di Parigi sul clima. Biden ha affermato che la sua amministrazione “sta facendo gli straordinari per dimostrare che l’impegno messo in campo è fatto di azioni, non parole”. Ad oggi risulta che l’amministrazione Biden abbia lanciato un’asta di 80 milioni di acri del Golfo del Messico per l’estrazione di combustibili fossili. Un’operazione definita dagli ambientalisti “rischiosa” e “dannosa”. Un inizio non esattamente promettente.

Le inondazioni improvvise in Europa

Ma il meteo killer non ha colpito solo gli USA. Il secondo disastro meteorologico più costoso dal punto di vista finanziario sono state le inondazioni in Francia, Germania e altri paesi europei, avvenute in contemporanea nel luglio scorso. Le precipitazioni estreme hanno colpito parti dell’Europa occidentale dal 12 al 15 del mese. Alcune regioni intorno ai fiumi Ahr ed Erft in Germania hanno visto cadere più di 90 mm di pioggia in un solo giorno. Le conseguenti inondazioni hanno ucciso almeno 240 persone e causato danni ingenti, con perdite economiche stimate in oltre 43 miliardi di dollari.

Parzialmente tradotto dall’originale presente su Impakter.com, scritto da Henrietta McFarlane.

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy. Privacy policy

Questo progetto web utilizza la tecnologia 'cookies' per migliorare l'esperienza generale del Sito. I Cookies sono piccoli file testuali mantenuti sul proprio computer o dispositivo. Ci permettono di assicurarti la miglior esperienza di navigazione possibile e di capire come utilizzi il nostro sito. Questo messaggio di avviso ti viene proposto in base alle nuove normative sui diritti utenti nelle comunicazioni e servizi web, sui dati personali e la protezione della privacy.

Chiudi Popup